Chiara Ferragni, nessun rispetto per lei: sbattuta in copertina vestita da pagliaccio

Ennesimo attacco nei confronti dell’influencer Chiara Ferragni, questa volta è L’Espresso a ritrarla in copertina truccata da pagliaccio.

Intervista tv a Chiara Ferragni
Intervista tv a Chiara Ferragni (Blueshouse.it)

La copertina del settimanale L’Espresso, pronta per il prossimo numero, sta già facendo discutere, aizzando una serie di polemiche sui social. A essere presa di mira è ancora una volta l’influencer Chiara Ferragni, che dallo scorso autunno non trova pace, travolta dalla bufera del Pandoro gate, e ora ai ferri corti anche con il compagno Fedez.

L’Espresso ci va giù pesante, pubblicando una foto dell’imprenditrice travestita da Joker, con il trucco da pagliaccio e il vestito elegante. Il settimanale, in uscita domani, 8 marzo, non mostra alcun rispetto per la Ferragni, raffigurandola come l’antagonista di Batman, per una metafora che sottolinea una lotta tra il male (l’influencer stessa) e il bene (lo Stato).

La copertina del settimanale fa già discutere: Chiara Ferragni dipinta come Joker

La Ferragni ospite di Che Tempo che fa
La Ferragni ospite di Che Tempo che fa (Blueshouse.it)

Il riferimento al film “Joker” si coglie nel titolo in copertina: Ferragni Spa. Il lato oscuro di Chiara. In tanti hanno già espresso il disappunto per l’ennesimo attacco, questa volta gratuito, nei confronti dell’influencer, che lo scorso weekend è stata ospite nella trasmissione “Che Tempo che fa”, di Fabio Fazio, chiedendo ancora una volta scusa per le subdole pratiche di marketing e per la scorretta comunicazione.

Copertina di cattivo gusto? L’Espresso è stata indelicato? In realtà, già in passato il settimanale si era schierano contro la Ferragni, attaccandola su più fronti, e così, anche in questo caso, il trattamento riservato all’imprenditrice non è diverso.

Scandalo in copertina, la Ferragni truccata da clown

Nello specifico, proprio in merito al Pandoro Gate, nel quale la Ferragni e l’azienda Balocco sono stati indagati per truffa aggravata, avviata dall’Antitrust, la testata giornalistica aveva avviato un’inchiesta sulle società gestite dall’influencer.

L’inchiesta, partita lo scorso dicembre, ha messo in risalto una rete di partecipazioni reciproche piuttosto ingarbugliata, tra partner ingombranti, quote azionarie, manager indagati e lavoratori sottopagati. Insomma, un ambiente poco trasparente, all’interno del quale la regina delle influncer si è mossa per anni, fatturando milioni e milioni di euro.

Ora, però, le cose sono cambiate, o ameno così pare, e lo scandalo dei panettoni ha travolto l’intera carriera della Ferragni, compresa la sua famiglia, aprendo una crisi profonda con il compagno Fedez, e trasformando, forse per sempre, la sua attività pubblica e privata.

Impostazioni privacy