Dopo la Morte leggere certe parole fa male: il ricordo di Maurizio Costanzo è ancora vivo

Nonostante il tempo che passa, il ricordo di Maurizio Costanzo è ancora vivo e soprattutto doloroso: queste sono le sue parole 

 Maurizio Costanzo e Maria De Filippi unione
Maurizio Costanzo, le sue parole (blueshouse.it)

Giornalista, conduttore televisivo e radiofonico, scrittore e sceneggiatore: insomma, quando si parla di Maurizio Costanzo e della sua poliedrica figura nel mondo dello spettacolo, ci sembra quasi impossibile riuscire a incolonnarlo in un’unica categoria di appartenenza. Perché, nel mondo dell’informazione e della cultura, ha fatto tanto e soprattutto molto più di quanto si riuscirà a categorizzare. 

Proprio per questo motivo, nonostante siano passati mesi dalla sua morte, continua a essere ricordato con affetto e commozione: non solo per il duro lavoro che ha messo in atto nel corso della sua vita, ma anche e forse soprattutto per l’umanità che celava in ogni suo gesto o parola.

Le parole di Maurizio Costanzo fanno male

 Maurizio Costanzo e Maria De Filippi unione
Maurizio Costanzo, le sue parole (blueshouse.it)

Ricondivise dal giornalista Gabriele Parpiglia sul suo profilo social per commemorare e ricordare il leggendario e per sempre celebre Maurizio Costanzo in occasione del primo Natale senza di lui, le sue parole commuovono tutti noi e infondo ci fanno capire che il vuoto che ha lasciato nel mondo dello spettacolo (ma non solo) sarà impossibile da colmare. Un uomo di cultura, di spessore e che soprattutto ha sempre dato tanto al mondo dell’informazione, e che proprio per questa sua imponenza è riuscito a farsi amare, rispettare e ricordare in ogni dove.

Non a caso, infatti, proprio le sue parole che abbiamo avuto modo di leggere sui social hanno lasciato tutti noi con quello strano retrogusto dolce amaro, di chi ricorda con un certo affetto e anche rispetto la sua persona, ma anche di chi infondo si rende conto che si tratta di una ferita che forse non si rimarginerà mai. Tempo fa, infatti, proprio Maurizio Costanzo aveva parlato della sua possibile morte e soprattutto della possibilità di restare nei ricordi delle persone, e lo aveva fatto in modo quasi nostalgico, schietto e soprattutto speranzoso.

“Mi ricorderanno i figli, alcune persone più vicine” aveva detto. “Spero semplicemente di essere ricordato come una brava persona che ha fatto un programma durato quarant’anni”. Lui, ora, non può certo saperlo ma il suo ricordo è in realtà molto vivo, presente e concreto di quanto potesse mai sperare o auspicare. Maurizio Costanzo, infatti, non solo è stato salutato da un numero a dir poco inimmaginabile di persone, del mondo dello spettacolo ma non solo, ma non passa giorno in cui non venga ricordato l’immenso lavoro che ha fatto.

Impostazioni privacy