Repubblica Ceca si presenta all’Eurovision con una canzone strepitosa dal sapore 90s

Eurovision 2024: la Repubblica Ceca torna indietro nel tempo e con Aiko rispolvera un brano elettro-rock dal sapore anni ’90.

La cantante ceca Aiko
La cantante ceca Aiko (Blueshouse.it)

Si chiama Aiko, nome d’arte di Alena Sirmanova Kostebelova, cantante 25enne della Repubblica Ceca e dall’animo punk. Di origini russe, e infatti è nata a Mosca nel 1999, Aiko trasferisce poi in Inghilterra, a Brighton, per imparare l’inglese e per tentare di sfondare nel music business. Sale alla ribalta nel 2015, quando partecipa a un talent ceco trasmesso su TV Nova.

Qui si fa notare per la sua personalità, la voce particolare e uno spiccato talento per la scrittura. Nel 2018 pubblica il suo primo album, autointitolato, ottenendo un grande successo in patria. In seguito, la cantante prende parte ad alcuni festival importanti, e alcuni suoi brani vengono inclusi come colonna sonora di programmi tv cechi e statunitensi. Qual è la canzone che Aiko porterà sul palco dell’Eurovision?

Aiko porta sul palco dell’Eurovision un bellissimo brano: “Pedestal”, inno all’amor proprio

Il videoclip di Pedestal, Aiko
Il videoclip di Pedestal, Aiko (Blueshouse.it)

Il suo ultimo album, pubblicato nell’ottobre 2023, è intitolato “Fortune’s Child”. Da questo lavoro, di buon successo commerciale, è stato estratto il singolo che la cantante ceca porterà sul palco della Malmö Arena tra qualche giorno, “Pedestal”, selezionato al contest Eurovision Song CZ, il processo di selezione per l’Eurovision Song Contest.

“Pedestal” è anche il singolo di lancio dell’album, scelto come primo brano perché fortemente incisivo. In effetti, il brano ha un ottimo piglio elettro-rock, che ricorda un sound debitore degli anni ’90. Si tratta di una scelta vincente, non solo perché la canzone è davvero di qualità, dotata di ottimi arrangiamenti e di un ritornello ficcante, ma anche perché le sonorità anni ’80 e ’90 sono tornate prepotenti.

Tra l’eurodance di Kaleen, l’artista austriaca che fa ballare tutti con “We Will Rave”, le rimembranze new wave degli spagnoli Nebulossa, in gara con “Zorra”, oppure contaminazioni malinconiche ed elettropop del belga Mustii con la sua “Before the Party’s Over”, che ricordano gli anni ’90, Aiko si aggiunge al gruppo di probabili finalisti.

Di cosa parla il brano “Pedestal”: inno all’amor proprio

Le tue scuse non significano nulla quando tutto il resto rimane lo stesso. Tu fai silenzio o divento violenta, sono stanca di dare spiegazioni”, recita il testo. “Pedestal” viene descritta dalla stessa autrice come un inno all’amor proprio e alla capacità di rialzarsi dopo la rottura, e “sottolinea la determinazione a dare priorità all’indipendenza. Mettersi al primo posto di fronte alla avversità e combattere le relazioni tossiche”, afferma Aika.

“Pedestal”, “piedistallo”, appunto, simboleggia il proprio ego, da mettere al primo posto. Inoltre, il testo indaga sulle conseguenze drammatiche che comporta una relazione tossica. “Terrò tutto l’amore per me, e allora sarà davvero libera. Devo imparare a farlo, mettimi su un piedistallo, mi amerò di più, finalmente ho imparato a non forzare le cose”, rivela il ritornello.

Selezionata dall’emittente ČT, lo scorso 4 dicembre 2023, la canzone è stata proclamata vincitrice il 13 dicembre, presso il Roxy Club di Praga, con una gradimento del 70% da parte del pubblico. Significa che la canzone piace, ha un piglio internazionale.

Il brano in gara, dal testo in inglese, presenta alcune modifiche rispetto alla sua versione originale. Modifiche sia nel testo che negli arrangiamenti, resi più pieni. Aiko porta in gara un brano davvero ottimo, che potrebbe dare filo da torcere alla nostra Angelina Mango, sul palco con l’ormai popolarissima in tutta Europa “La Noia”.

Impostazioni privacy