Sanremo 2021: pagellone della terza serata

Gaia con Lous and the Yakuza

 Continua la #maratonaSanremo con la terza serata, quella delle cover, che di solito regala cose molto belle e cose molto brutte. E quella di ieri non ha smentito questa regola. Ecco il pagellone extralarge!

Le esibizioni

Noemi con Neffa – Prima di andare via

Si parte subito malissimo con Neffa fuori tempo per problemi in cuffia e Noemi che fa quello che può per salvare il pezzo. È un Sanremo adulto, si sbaglia da professionisti. 4/10

Fulminacci con Valerio Lundini e Roy Paci – Penso positivo

Versione fresca con Paci in forma (con la maglietta di Erriquez, bravo) e Lundini che cambia il testo a modo suo e viene sistematicamente ignorato dalla regia. 6,5/10

Francesco Renga con Casadilego – Una ragione in più

Boh. 4/10

Extraliscio ft Davide Toffolo con Peter Pichler – Medley Rosamunda

Momento spettacolare, da mia personale top 3. Clima da Festa dell'Unità di quelle belle, voglia di ballare sfrenati davanti a un palco, strumenti antichi (il "Trautonium"), chitarre rotanti! Con il pubblico in sala sarebbe stata una bomba. 9/10

Fasma con Nesli – La fine

Altro problema tecnico ma con il vocoder di Fasma (e non con il microfono come detto in diretta) per un pezzo che comunque non funziona nemmeno dopo la falsa partenza. "Colpa del fonico". 4/10

Bugo con i Pinguini Tattici Nucleari – Un'avventura

Bugo tvb ma questa cover non è per te e i PTN in versione "cover band dei Coldplay" non aiutano anzi creano solo confusione. 5/10

Francesca Michielin e Fedez – Medley "E allora felicità"

Vogliono fare i simpatici con un medley improbabile ma non convincono affatto. Roba da Tik Tok. 4/10

Irama – Cyrano

Perché uno come Irama decide di rifare Guccini? Non è un problema di lesa maestà, è proprio l'inutilità del tutto a farmi restare perplesso, compreso il whatsapp audio iniziale di Guccini stesso. 4/10

Maneskin con Manuel Agnelli – Amandoti

Versione muscolare di un pezzo invece delicatissimo dei CCCP (l'unica consolazione è un loro pezzo a Sanremo), pare sia piaciuta a tutti tranne me. Fisicità, assoli heavy, costumi da Mortal Kombat, tutto assolutamente fuori luogo. Manuel, poi, dovrebbe solo smettere di propinare band ruock finte come questa. 4/10

Maneskin con Manuel Agnelli Amandoti

Random con The Kolors – Ragazzo fortunato

Un karaoke sguaiato. 2/10

Willie Peyote con Samuele Bersani – Giudizi universali

Tributo rispettoso, forse pure troppo, con Willie che fa la sua parte cantando e non rappando e lascia spazio a un gigante. La posizione finale in classifica non è certo casuale. 7/10

Orietta Berti con Le Deva – Io che amo solo te

Classicismo portato avanti con classe. Segnalo il ritorno a Sanremo di Laura Bono dopo millenni. Orietta si prende la scena per una sera, ci sta. 7/10

Gio Evan con i cantanti di The Voice Senior – Gli anni

Gio tenta di innalzare gli 883 a status di musica d'autore ma lo fa con un'esibizione surreale con "i cantanti di The Voice Senior", a cui va tutta la simpatia ma di cui non vengono nemmeno resi noti i nomi. Accanimento. 4/10

Ghemon con I Neri per caso – Medley "L'essere infinito (L.E.I)"

Rivedere i Neri per Caso da queste parti strappa sempre un sorriso e il medley è ben eseguito e ha più senso degli altri proposti stasera. 6,5/10

La Rappresentante Di Lista con Donatella Rettore – Splendido Splendente

Anche loro in top 3 per me, esibizione da concerto vero con tanto gioco su costumi, balletti, richiami non volgari al sesso. 8/10

Arisa con Michele Bravi – Quando

Lei brava ma leziosa, lui impalpabile e spettrale. 5/10

Madame – Prisencolinensinainciusol

A me è piaciuta, all'orchestra votante meno, ma tanto la classifica non le serve affatto. Show televisivamente ok, pure con i tanto discussi banchi a rotelle. 7/10

Annalisa con Federico Poggipollini – La musica è finita

Cover di mestiere con un mash up con Feeling Good, ma nell'arrangiamento dei Muse. Niente di sconvolgente ma per restare nelle parti alti della classifica funziona. Poggipollini mutato. 6/10

Lo Stato Sociale con Emanuela Fanelli e Francesco Pannofino – Non è per sempre

10 per aver portato il sofferente mondo dello spettacolo dal vivo sul palco di Sanremo, 2 per averne fatto un funerale, con tanto di fiori e vestiti a lutto. Punti bonus per aver fatto suonare quel pezzo all'orchestra. Un 6 finale perché è stato giusto fare un gesto simile ma si potrebbe farlo restando meno "paraculi" e magari attaccando i cavi agli strumenti. 6/10

stato sociale tributo lavoratori spettacolo

Gaia con Lous and the Yakuza – Mi sono innamorato di te

Che classe! A sorpresa (per me) una delle prove migliori della serata. 8/10

Colapesce Dimartino – Povera Patria

Tanta emozione nel portare sul palco questo pezzo, in questo momento storico. L'esecuzione non riesce ma l'arrangiamento è valido e la voce "dall'alto" di Battiato vale l'attesa. 6,5/10

Coma_Cose con Alberto Radius e Mamakass – Il mio canto libero

Battisti è una chiara fonte di ispirazione per il duo ma per omaggiarlo per bene avrebbero dovuto scegliere un pezzo meno noto in testa a tutti, o almeno reinventarlo. Così sono venuti fuori solo i loro difetti. 4,5/10

Max Gazzè con Daniele Silvestri e la Magical Mistery Band – Del mondo

Portano con gran classe un mondo che a Sanremo non ha mai avuto casa. Tributo sincero ma la collocazione a tarda notte fa venire meno l'obiettivo "divulgativo" al pubblico di massa, peccato. 7,5/10

Malika Ayane – Insieme a te non ci sto più

Omaggio alla propria discografica, Caterina Caselli, che però non aggiunge nè toglie niente alla serata e alla carriera di Malika. 6/10 politico

Ermal Meta con Napoli Mandolin Orchestra – Caruso

Se molti sembrano aver dimenticato che la serata delle cover fa media per la classifica, non lo fa certo Ermal che porta a casa punti fondamentali con un tributo di quelli che sa fare benissimo. Salutate il capolista. 7/10

Aiello con Vegas Jones – Gianna

Praticamente un incubo vigile a tarda notte. Perché? 3/10

I conduttori

Amadeus

Riduce gli spazi di Fiorello rendendo lo show più fluido ma ricasca spesso nei tranelli e la serata si allunga inesorabilmente. Sempre 5/10

Fiorello

Dovrebbe fare meno come stasera per essere più sopportabile in un contesto come questo. Ma proprio non ce la fa. 4/10

Vittoria Ceretti

La sua presenza si rileva sostanzialmente inutile, soprattutto se viene dopo quelle molto valide di Matilda De Angelis ed Elodie. s.v.

Gli ospiti

Negramaro

A loro il compito di aprire con il tributo a Dalla, reso anche nel look da Sangiorgi sempre egomaniaco. Poi ripropongono per la millesima la loro brutta versione di Meraviglioso e non contenti tornano per l'autopromozione sul finale. Non proprio la mia idea di "superospiti" diciamo. 5/10

Achille Lauro

Migliora leggermente di serata in serata, stavolta conciato da statua vivente. Resta però incomprensibile il suo ruolo nel festival complessivo. 6/10

Ibra e Mihajlovic

Carino l'imprevisto raccontato da Ibra con tanto di documento video, inutile l'intervista, imbarazzante il siparietto musicale. 4,5/10

Lo show

Una maratona infinita difficile da portare a termine svegli, con tanti alti e bassi come spesso capita nelle serata "off" del Festival. Funziona solo quando ha ritmi da festival musicale con tante esibizioni musicali una dopo l'altra, cioè quasi mai purtroppo. 4/10

Post dell'Autore

Articoli correlati

Vuoi pubblicare qualcosa?

Raccontaci di te e di cosa ti piacerebbe scrivere.
Siamo sempre aperti a collaborazioni con nuovi autori.

BluesHouse - Power of Music
Disclaimer

BluesHouse.it è un portale di informazione e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato con periodicità non definita in base alla disponibilità dei propri redattori. Il blog desidera comunicare notizie inerenti al mondo della musica, ed ogni opinione espressa è propria del redattore che l’ha redatta. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i video, le foto, le notizie ed i loghi citati o riprodotti da altri siti sono copyright dei rispettivi proprietari. Non si intende violare alcun copyright. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d’autore si prega di contattarci per la loro immediata rimozione. Ogni redattore si assume la responsabilità di ciò che redige, consapevole di dover sempre agire nel rispetto delle leggi vigenti. Nel caso in cui una critica mossa generi disagio, si prega di contattarci e provvederemo alla rimozione.