Antonino Cannavacciuolo e la dura verità su suo padre: “Non lo ha mai fatto”

Da Antonino Cannavacciuolo arriva una ammissione che riguarda il suo passato. Nonostante tutto lui è riuscito a diventare una celebrità e ad avere successo.

Antonino Cannavacciuolo parla del rapporto complicato con suo padre
Antonino Cannavacciuolo (Blueshouse.it) Foto Instagram

Antonino Cannavacciulo è probabilmente il più famoso chef d’Italia. La sua fama lo precede, ed è stata accentuata anche dai diversi programmi televisivi che continuano a vederlo come protagonista. In principio fu “Masterchef Italia”, assieme ai vari Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Joe Bastianich, con poi anche Antonia Klugmann e Giorgio Locatelli ad alternarsi nel computo dei giudici.

Lo chef campano originario di Vico Equense era entrato a far parte del famoso reality di cucina a partire dalla quinta edizione. Ed ancora ne rappresenta una delle colonne portanti. Ci sono stati poi altri programmi affidati personalmente ad Antonino Cannavacciuolo, come “Cucine da incubo”, che è tornato di recente sempre su Sky Uno e Now, proprio come “Masterchef Italia”.

Ma Antonino Cannavacciuolo è anche tanto altro e non solo un asso dei fornelli ed un carismatico volto televisivo. Lui da anni è anche un imprenditore di successo, capace di fiutare delle ottime opportunità e di aprire dei ristoranti di lusso e dei bistrot soprattutto in Piemonte, dove risiede.

Lì c’è prima di tutto Villa Crespi, che si staglia sul meraviglioso sfondo rappresentato dal lago d’Orta. Tutte queste attività vedono Antonino Cannacciuolo impegnato nella gestione assieme a sua moglie, Cinzia Primatesta. Un’altra di queste, degna di menzione, è la loro catena di resort Laqua by the Sea. Eppure la vita di Antonino Cannavacciuolo non è stata tutta rose e fiori.

Antonino Cannavacciuolo, il difficile rapporto con il papà

Antonino Cannavacciuolo parla del rapporto complicato con suo padre
Chef Antonino Cannavacciuolo (Blueshouse.it) Foto Instagram

Lui ne ha vissute di soddisfazioni, come ad esempio le sette stelle Michelin. Un traguardo precluso a tanti. Ed anche la perdita di peso cui è andato incontro è una di queste. Dimagrire è stata una scelta che Cannavacciuolo ha fatto prima di tutto per preservare la sua salute.

Cannavacciuolo però si diventa, non si nasce. Nel senso di uomo di successo. Lui già da giovane era conscio di quello che era il percorso che avrebbe voluto intraprendere. Darsi all’imprenditoria in fatto di cucina era proprio quello che voleva fare.

Ed una volta ottenuto il successo con le sue prime apparizioni in televisione, il buon Antonino ha investito i guadagni lì ottenuti per far fare un passo in più alla sua società che detiene le proprietà di tutte le sue attività. Come spesso avviene, si dà il meglio di sé stessi per compensare le mancanze che ci sono in altri ambiti.

Occorre mettere ogni fibra del tuo corpo se intendi fare qualcosa di buono e speri di ottenere risultati. In cucina bisogna faticare sin dall’alba “come facevano le nonne e come ancora fanno le mamme di chi fa parte della vecchia scuola”, dice Cannavacciuolo al Corriere della Sera.

Anche suo padre era uno chef, questo lo ha portato subito a vivere l’ambiente di una cucina professionale. E lui voleva che Antonino divenisse un professionista nel settore terziario. “Voleva che facessi l’avvocato, il medico oppure l’architetto. Io però ho sempre voluto fare il cuoco, glielo dissi chiaramente quando avevo 13 anni”.

“Mai sentito un bravo da lui”

Il suo genitore è uno che non gli ha mai detto di essere bravo. Ma lo fa con gli altri. Con gli amici può a giusta ragione vantarsi del suo Antonino, che è un fuoriclasse dei fornelli. Il papà di chef Cannavacciuolo ha sempre mostrato severità, come i genitori di una volta.

A volte magari era anche non sufficientemente presente. Eppure faceva sentire la sua presenza, e ad Antonino non ha mai fatto mancare niente.

Fu proprio lui ad aiutarlo. La struttura di Antonino Cannavacciuolo a Vico Equense fu acquistata da suo padre. Ed il legame tra loro è vero e sincero. In molti sono curiosi anche di sapere quanto guadagna il celebre chef con le sue attività.

Impostazioni privacy