Stefano Fresi colto da malore durante lo spettacolo: paura per l’attore e per i fan

Che cosa è capitato a Stefano Fresi nel bel mezzo della messa in atto di un suo spettacolo a teatro. All’improvviso l’artista non si è sentito bene e sul posto è arrivata pure un’ambulanza.

Stefano Fresi ha un malore mentre è in scena a teatro, come sta ora
Stefano Fresi (Blueshouse.it)

L’attore Stefano Fresi non ha vissuto affatto un bel quarto d’ora nella serata di sabato 9 marzo. Il romano classe 1974 era impegnato in uno spettacolo dal vivo al Centro Lucia di Botticino, a Brescia. Lui stava portando in scena il suo monologo “Dioggene” quando all’improvviso è avvenuto un brutto inconveniente.

Il tutto si è verificato al cospetto del pubblico presente, con circa 130 persone a comporre la platea che era accorsa per ascoltare Stefano Fresi e per divertirsi con la sua recitazione. Lo stesso Fresi si è interrotto dopo avere accusato il malessere.

Lui ha cercato di rassicurare i presenti, svelando loro che quanto stava accadendo non faceva parte della scaletta.

Senza allarmismi e senza drammi – del resto Stefano Fresi è specializzato nella commedia e nel genere comico, cosa accentuata anche dal suo aspetto di gigante buono – l’interprete cinematografico e teatrale, che ne ha fatte di cose nel corso della sua carriera fino ad oggi, ci ha tenuto a fare si che il pubblico non si inquietasse per quanto stava accadendo in quel momento.

Stefano Fresi, il perché del malore che lo ha colpito

Stefano Fresi ha un malore mentre è in scena a teatro, come sta ora
Stefano Fresi in primo piano (Blueshouse.it)

Passato qualche istante, Stefano Fresi ha cercato di riprendere da dove il malore che ha accusato lo aveva interrotto. Ma poi si è reso conto di non essere in grado di proseguire. In circostanze come questa è sempre meglio andarci cauti e non calcare la mano. Evitando ogni stoicismo, il 49enne di Roma ha fatto bene a sospendere la sua performance, scusandosi tra l’altro con gli spettatori paganti.

Ed al Centro Lucia di Botticino è giunta anche una ambulanza del 118, con il personale medico arrivato a bordo del mezzo che subito ha prestato a Stefano Fresi le prime cure del caso. Proprio lo staff che cura la comunicazione del teatro bresciano ha diffuso la notizia in merito a quanto è accaduto, pubblicando nel breve volgere di pochi istanti un messaggio su tutti i suoi canali social rappresentativi.

Lo spettacolo non è stato cancellato ma solamente rimandato. Il prima possibile Fresi farà ritorno al Centro Lucia di Botticino per ricominciare tutto quanto daccapo. E con tutta probabilità chi aveva pagato per esserci sabato sera potrà avere la possibilità di farlo senza dovere sborsare un solo euro. Per Fresi nel frattempo non c’è niente di grave.

I medici che lo hanno preso in cura gli hanno prescritto però alcuni giorni di riposo da osservare. Troppi impegni, presumibilmente da rispettare in troppo poco tempo, e non così tante possibilità di riprendere le giuste energie tra un viaggio e l’altro, prove di spettacoli e messe in atto degli stessi sono costati evidentemente un affaticamento a Stefano Fresi.

Ma niente di grave e che non si possa superare nel breve volgere di pochi giorni. Tra i lavori più o meno recenti di Fresi figura il film “La Befana vien di notte” girato con Paola Cortellesi. La quale è la assoluta protagonista del cinema italiano grazie al film “C’è ancora domani”, che si è rivelato essere un enorme successo di critica e di pubblico.

Impostazioni privacy