Lady Gaga e la proposta a Paola Cortellesi: “Voglio portarla in USA”

Lady Gaga vuole acquistare i diritti di C’è ancora domani e fare un remake hollywoodiano del film record di Paola Cortellesi.

lady gaga paola cortelelsi
Lady Gaga vorrebbe acquistare i diritti di C’è ancora domani di Paola Cortellesi (Blueshouse.it)

Un altro piccolo tassello di un quadro già perfetto si sta aggiungendo al successo di Paola Cortellesi e del suo C’è ancora domani. Non solo è stato il film record di incassi in Italia nel 2023, battendo la combo Barbenheimer, ma è entrato anche nella classifica dei film italiani più visti di sempre spodestando pellicole da Oscar come La vita è bella di Roberto Benigni, ora arriva la notizia di un remake.

Non è neanche uscito, ci verrebbe da dire, che C’è ancora domani è già leggenda; per i numeri ottenuti fin qui certo, ma anche perché da alcuni giorni rumors insistenti parlando di un remake hollywoodiano della pellicola voluto da Lady Gaga. La popstar infatti sarebbe rimasta ammaliata dal racconto in bianco e nero portato sul grande schermo dall’attrice e regista italiana, tanto che appunto vorrebbe acquistare i diritti per farne una versione americana. Un altro successo per Cortellesi che con C’è ancora domani ha segnato solo il debutto alla regia.

Lady Gaga verso il remake del film di Paola Cortellesi? Intanto la pellicola valica i confini

c'è ancora domani lady gaga
Paola Cortellesi in una scena del film che sarà presentato all’estero (Blueshouse.it)

Le indiscrezioni sul remake hollywoodiano voluto da Lady Gaga sul film di Paola Cortellesi restano appunto ancora indiscrezioni. Non sono arrivate conferme da nessuna delle parte eventualmente interessate, ma non si tratta di una notizia neanche così inverosimile se si considera la storia di abusi raccontata da Germanotta.

C’è ancora domani è una storia forte, di violenza ma ancor più di determinazione, quella di Delia -interpretata da Cortellesi stessa- ma è una storia italiana perché legata a quella lotta per la conquista al voto che è arrivata all’indomani della Seconda Guerra Mondiale. Un remake avrebbe senso? Se si resta fedeli al film originale sì, però a quel punto sarebbe bello ritrovare proprio Cortellesi in giro per gli USA.

A proposito di giri, in attesa di sapere se effettivamente sarà, Paola Cortellesi dopo aver girato l’Italia per la presentazione della sua pellicola da oggi inizia la trasferta estera.

C’è ancora domani da oggi nelle sale francesi

È una notizia vecchia, ma comunque da record. A Novembre, infatti, si diffuse la notizia che il film era stato venduto in ben 15 Paesi in tutto il mondo: Francia, Australia, Danimarca, Norvegia, Finlandia, Taiwan, Grecia, Spagna, Brasile, Svezia, Portogallo, Svizzera, Ungheria, Bulgaria, Israele e Benelux.

La trasferta estera per la presentazione comincia proprio oggi con la Francia tra i Paesi più entusiasti del lavoro di Cortellesi: “Questo bellissimo film non solo affronta un tema molto importane, ma è anche esattamente ciò che il pubblico cinematografico si aspetta: una storia forte, originale ed emotiva raccontata con tanta audacia da una regista visionaria -commentavano a Novembre i dirigenti della Universal Pictures International che hanno acquistato i diritti di distribuzione-. Crediamo davvero che questo film abbia un fascino universale e siamo molto impazienti di far conoscere al pubblico francese Paola Cortellesi, uno dei più grandi talenti italiani“.

È pensare che il Mibact nel 2022 decise di non finanziare la pellicola ritenendo “l’opera di scarso valore“.

Impostazioni privacy