“Ciao Darwin”, la nona edizione sarà davvero l’ultima? Parla Paolo Bonolis

È ripartito lo storico programma “Ciao Darwin”, giunto alla sua nona edizione, e sta andando molto bene: sarà l’ultima stagione?

Paolo Bonolis e Luca Laurenti
Paolo Bonolis e Luca Laurenti (Blueshouse.it)

Era il 1998 quando, su Canale 5, andava in onda il programma “Ciao Darwin”, condotto da Paolo Bonolis e dal suo braccio destro Luca Laurenti. Una trasmissione fresca, divertente, che si prendeva gioco degli italiani, ironizzando sugli aspetti più eccentrici del popolo, sui suoi vizi, talvolta sulla sua ignoranza, mettendo in luce pregi (pochi) e difetti (molti) dell’italiano medio.

Alla conduzione, Bonolis è sempre stato un mago, ironico, irriverente, dalla parlantina svelta, la dialettica eccezionale, abilissimo nelle prese in giro e nell’intrattenimento. Insomma, la formula creata da “Ciao Darwin” funzionava, tanto da raggiungere un successo clamoroso in televisione. Dopo qualche edizione, la produzione aveva deciso di sospendere il programma, riproponendolo solo ogni tanto, in via eccezionale.

“Ciao Darwin” nona stagione, è l’ultima programmata da Mediaset o ce ne saranno altre

Il presentatore Paolo Bonolis
Il presentatore Paolo Bonolis (Blueshouse.it)

E così, anche “Ciao “Darwin” numero 9 sta procedendo alla grande. Aveva destato grande curiosità, l’annuncio della nuova edizione, tanto che se ne è parlato per mesi ed è stata pubblicizzata tantissimo, e ora gli ascolti stanno premiando. Ogni puntata è un successo, anche se bisogna ammettere che la formula, se funzionava negli anni ’90, oggi appare un po’ vecchia e troppo grottesca.

Le repliche delle vecchie edizioni, mandate in onda lo scorso anno, hanno avuto un’ottima audience, e così, l’azienda ha pensato di proporre la nuova edizione, con il sottotitolo di “Giovanni 8.7”, ossia il versetto del Vangelo secondo Giovanni e che recita “chi di voi è senza peccato, scagli la prima pietra”.

Le parole di Paolo Bonolis: cosa intende fare con il suo programma

Lo stesso Paolo Bonolis, in un’intervista, aveva affermato che realizzare una trasmissione del genere era molto complicato, perché mette insieme 300 lavoratori e ci si lavora per sette mesi. Inoltre, aveva aggiunto, attraverso una bella metafora, che “ha un sapore deciso e piccante che una bella pausa, tra un’abbuffata e l’altra, ci vuole, per non stancare il palato dello spettatore”.

Il conduttore, dunque, sembra intenzionato a terminare la trasmissione con la nona edizione. Nonostante i dubbi iniziali, sull’avvicendamento degli autori rispetto agli anni passati, e sull’introduzione di nuovi giochi, alla fine “Ciao Darwin 9” ha preso forma.

E sarà l’ultima stagione, come confermato dallo stesso Bonolis, che negli ultimi mesi è stato ospite di varie trasmissione per presentare appunto la nona edizione, e anche per parlare della recente separazione, affrontata in modo del tutto civile, con Sonia Bruganelli, la quale resta sempre al suo fianco, anche per difenderlo anche da certe critiche ricevute sui social.

Impostazioni privacy