Sonia Bruganelli contro tutti: nessuno può toccarle Paolo Bonolis (e Ciao Darwin)

Cosa accade in casa Bonolis? Sonia Bruganelli è intervenuta per difendere il marito, nessuno può toccarle il celebre conduttore. 

Sonia Bruganelli e Ciao Darwin
L’opinionista Sonia Bruganelli (Blueshouse.it)

Un periodo certamente pieno di impegni per Sonia Bruganelli, la donna unita sentimentalmente a Paolo Bonolis per tanti anni. Un amore che però a quanto pare è terminato o forse si è evoluto? Una complicità, una stima ed un affetto reciproco che non dipende solo dai tre figli nati dal loro amore, ma vi è di piu’.

Ecco perché la Bruganelli non perde l’occasione per stare a favore del noto conduttore e dire la sua su quanto accade attorno allo stesso. Una donna sempre molto attenta e che vanta diversi progetti ma che non perde mai di vista tutto ciò che riguarda Bonolis. 

Sonia Bruganelli sui social per dire la sua

Bruganelli contro il web
Sonia Bruganelli dice la sua su Ciao Darwin (Blueshouse.it)

L’ex di Paolo Bonolis negli anni ha avuto la capacità di dimostrare come non fosse solo la moglie di dotata di bellezza e fascino, ma una donna intelligente, arguta e soprattutto senza timore nel dire ciò che pensa, mettendoci quindi la faccia. Ecco perché ha colto l’occasione di dire la sua su Ciao Darwin, il celebre format che da anni ormai tiene incollati alla televisione milioni di italiani per un momento di svago e di spensieratezza.

Il programma pare non abbia subito gli effetti del tempo che passa, non risulta infatti obsoleto ed ancorato agli anni di esordio ma c’è un altro aspetto corollario ad esso, ovvero la figura delle donne. Oggi si sta molto attenti a varie tematiche per timore di alzare un polverone mediatico ed è un po’ quello che è accaduto con Ciao Darwin in questi giorni.

Ciao Darwin non è figlio del patriarcato

Esordisce così la Bruganelli sul proprio profilo Instagram: tra le storie infatti la donna difende il format che è stato criticato in questi giorni. Sui social infatti molto avrebbero ammonito il programma di Canale Cinque perché considererebbe le donne degli oggetti. In lingerie e poco vestite solo per compiacere agli uomini, ma è realmente così?

La Bruganelli ammette che la realtà di Ciao Darwin è assolutamente rispettosa e che ha visto negli anni la creazione di molti legami amorosi, storie che ancora oggi durano. “Non sono i programmi televisivi che creano mostri…” e sulle notte di Zitti e Buoni dei Maneskin, il messaggio sarà stato sicuramente recepito.

Impostazioni privacy