Raffa su Disney+, perché bisogna vederla: “Mai vista la Carrà così”

La serie Raffa su Disney+ è uno dei prodotti più importanti fruibili on demand. E si tratta di un qualcosa di profondissimo riguardo alla amatissima donna di spettacolo, che cosa racconta.

Raffa su Disney+ racconta Raffaella Carrà dentro e fuori dal mondo dello spettacolo
Raffaella Carrà (Blueshouse.it)

Raffa, Disney+ trasmette la serie tv di stampo documentaristico dedicata alla memoria della indimenticabile Raffaella Carrà. E sarà un excursus sulla carriera della inimitabile donna di spettacolo che ha contribuito a fare un pezzo di storia della televisione italiana.

La Carrà poi era conosciuta e molto amata anche all’estero e “Raffa” su Disney+ rappresenta il giusto omaggio per lei. Dal 27 dicembre scorso è possibile prendere visione di questa produzione esclusiva sulla nota piattaforma, che in totale consta di tre episodi.

Però “Raffa” su Disney+ vuole essere molto più di questo ed intende anche svelare quella che era la Raffaella Carrà al di fuori degli studi televisivi ed a videocamere spente. La bolognese classe 1943 viene qui descritta anzitutto come Raffaella Maria Roberta Pelloni, che era il suo nome all’anagrafe.

E non si tratta certo di una invasione nella vita privata di lei, che al di fuori delle scene era notoriamente riservata. Si notano una grande attenzione ed una cura ed un rispetto che fanno la differenza in positivo, in questa produzione.

Raffa su Disney+, quante cose che scopriamo su di lei

Raffa su Disney+ racconta Raffaella Carrà dentro e fuori dal mondo dello spettacolo
Pierpaolo Pretelli (Blueshouse.it)

Essere Raffaella Carrà è stato meraviglioso, ma prima lei era solamente Raffaella Pelloni. Ovvero la bambina cresciuta senza padre (i suoi divorziarono quando lei era appena nata) e ad un certo punto anche senza madre, visto che a soli 8 anni lei lasciò casa sua in Emilia-Romagna per andare a studiare prima danza e poi cinema a Roma.

Qui fino ai 14 anni frequentò l’accademia di ballo della russa Jia Ruskaja, la quale causò l’abbandono della Carrà dicendole di non trovarla adeguata. Da lì quindi Raffaella si dedicò alla recitazione.

Ed in carriere alla fine ha danzato con ottimi risultati, recitato (con mostri sacri come Marcello Mastroianni, Frank Sinatra, Ugo Tognazzi, Raimondo Vianello, Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Little Tony e Virna Lisi) e cantato, fino a vendere milioni e milioni di dischi (almeno 60 mln) dei suoi 25 lavori in studio in ben 42 Paesi del mondo.

Tutto questo è un omaggio sentitissimo e doveroso per una figura del mondo dello spettacolo che sicuramente se n’è andata via troppo presto, per colpa di una brutta malattia. Che stava simpatica a tutti, che chiunque amava ed apprezzava. Ed il suo nome era conosciuto in ogni angolo del pianeta, e lo è ancora.

Tra i vip che hanno il compito di far conoscere alla più ampia platea di pubblico possibile “Raffa” c’è Pierpaolo Pretelli. Il fidanzato di Giulia Salemi ha posato per alcuni scatti a tema e punta a far conoscere e vedere la docu-serie contando anche sulla folta fan base sua oltre che di quella della sua bellissima compagna.

E non mancano ricordi ed aneddoti anche da parte di diversi vip, come ad esempio Fiorello, che ha svelato un segreto che riguarda la Carrà.

Impostazioni privacy