Josè Sebastiani all’Eurovision, poi il gesto social per i genitori

Josè ci ha preso davvero gusto. Dopo l’esperienza sanremese vola anche all’Eurovision. Ecco come si sta preparando all’evento il giovane di casa Sebastiani.

josè commentatore dell'eurovision
Josè Sebastiani vola come commentatore all’Eurovision (Blueshouse.it)

Da grande vuole fare il calciatore tant’è che la sua carriera l’ha già iniziata nelle giovanili dell’Inter -amore per una squadra che ha preso tutto da papà Amadeus tifosissimo dei nero-azzurri- ma Josè non disdegna questa ondata di notorietà e di successo, soprattutto social, che è arrivata con l’ultimo Sanremo condotto dal padre.

Passata la frenesia e il trambusto della settimana sanremese dove pure si è concesso ai fan e alle interviste radiofoniche, Josè Sebastiani non ha di certo messo da parte questa nuova passione; e così è diventato sempre più attivo si Instagram, piattaforma che preferisce snobbando TikTok, partecipa alle feste dedicate ai content creator, pubblica i “back in the days” ovvero i ricordi di quello che anche per lui deve essere stato il Festival più bello di tutti.

Insomma non si ferma più e a maggio, lascerà mamma e papà a casa per volare a Malmö in Svezia e seguire l’Eurovison Song Contest 2024.

Josè Sebastiani come Angelina Mango, dal palco dell’Ariston alla Malmö Arena

josè sebastiani social network
Josè con i genitori nei camerini dell’Ariston (Blueshouse.it)

Da Sanremo all’Eurovision, quindi, Josè Sebastiani sarà uno dei commentatori della kermesse europea che vedrà Angelina Mango rappresentare l’Italia, ma insieme a lei sul palco si alterneranno altri 36 artisti.

L’annuncio lo fa il giovane stesso in diretta social, ovviamente, informando anche di una nuova collaborazione in essere con Radioimmaginaria -stazione radiofonica dedicata agli adolescenti che segue anche Sanremo e che ogni anno dispensa i premi della categoria Gen. Z. Una nuova avventura che un po’ ricorda gli inizi di carriera di papà che proprio dalle radio prese il via.

Questa volta però niente trattamento speciale, per lui nessun pass e come avrà reagito a questo nuovo aspetto? Lo ha raccontato lui stesso sempre attraverso i social: “Posso dire di essere abituato, perché giocando a calcio e facendo trasferte in Italia ed Europa con la squadra, quando andiamo nei diversi luoghi non sempre c’è l’albergo comodo o i trasporti altrettanto adatti. Non mi spaventa questa cosa, sono abituato e sono bravo ad adattarmi“, ha spiegato il ragazzo.

Sarà in Svezia, quindi, dal 7 all’11 maggio e allo speaker che gli chiede quali saranno le 3 cose che proprio non potranno mancare nello zaino di viaggio, lui risponde: un pallone per giocare un po’ a calcio, una cassa per ascoltare la musica a tutto volume e una maglietta di ricambio.

I ricordi sanremesi e le dediche ai genitori

Dalla fine della kermesse sanremese, Josè più volte ha condiviso sui social i suoi ricordi e momenti speciali del Festival che riguardano soprattutto momenti con i genitori. Gli ultimi proprio qualche giorno fa, una ulteriore galleria di immagini per ricordare quei giorni emozionanti e questa volta anche mamma e papà hanno risposto agli scatti con una serie di emoji tra cuori rossi e faccine sorridenti.

Impostazioni privacy