“Supersex”, Adriano Giannini senza filtri: cosa ha pensato quando ha letto il copione del suo personaggio

Il suo Tommaso di Supersex è stato uno dei personaggi più apprezzati della serie, eppure Adriano Giannini non era convinto della parte.

adriano giannini racconta il tommaso di supersex
Adriano Giannini alla presentazione di Supersex per Netflix (Blueshouse.it)

Tra i successi più recenti di Netflix c’è sicuramente Supersex, la serie ispirata alla vita di Rocco Siffredi e che nel giro di pochissimi giorni è diventata una delle serie originali della piattaforma con più visualizzazioni in Italia e all’estero.

Una serie sicuramente non facile, una provocazione come l’ha definita lo stesso Alessandro Borghi che interpreta il Siffredi dell’età adulta che entra e vive nell’industria della pornografia. Provocazione che è stata poi anche la motivazione principale che l’ha spinto ad accettare la parte.

Tra i personaggi e le interpretazioni apprezzate di più, c’è però quella di Adriano Giannini che in Supersex interpreta Tommaso, il fratello maggiore di Siffredi nonché suo idolo e punto di riferimento. Giannini non ha certo bisogno di presentazioni, parliamo di uno degli attori italiani più stimati ed apprezzati a livello internazionale, eppure alla lettura del copione della serie sarebbe voluto scappare.

Adriano Giannini in Supersex, il suo Tommaso è (forse) il personaggio più apprezzato

adriano giannini è tommaso in supersex
Adriano Giannini nei panni di Tommaso in Supersex (Blueshouse.it)

In una delle tante interviste tenute nelle settimane precedenti per la presentazione della serie Netflix, Adriano Giannini ha ammesso come alla lettura del copione di Supersex lui sarebbe voluto scappare via: “Il mio primo istinto quando ho letto la sceneggiatura è stato quello di fuggire via da un personaggio così complesso“, e in effetti oggi a settimane dalla diffusione della serie si capisce proprio come quello di Tommaso sia uno dei più, se non il più complesso personaggio non solo del prodotto Netflix, ma della vita stessa di Siffredi.

La serie è senza sconti, si racconta la vita difficile di un Rocco bambino ad Ortona: la perdita del fratello Claudio, la sofferenza della madre che riversava su di lui il dolore, ma anche e soprattutto il rapporto proprio con Tommaso, parente che si si ritroverà nel corso degli episodi. Tommaso è colui che insomma ha segnato di più la vita di Rocco Siffredi, perché era il modello che seguiva da bambino e perché è il fratello che lo ha fatto scappare dal paese di provincia portandolo a Parigi da dove poi la sua carriera è iniziata.

Un rapporto complicato e a tratti malsano, quello che vediamo sullo schermo, ma che è anche il riflesso stesso di Tommaso, personaggio complicato e difficile, come racconta lo stesso Giannini: “È un personaggio destinato alla distruzione il mio, però è un personaggio che contiene in sé molte facce dell’amore. È un personaggio romantico“.

La sfida nell’interpretare Tommaso

In riferimento alla sua interpretazione di Tommaso, Adriano Giannini parla di sfida, colta poi per provare a restituire qualcosa di buono al pubblico. Ma non solo, perché il suo Tommaso è definito anche “come il personaggio più difficile che abbia mai interpretato“; un’interpretazione che però piace e convince tant’è che per la critica proprio Tommaso è uno dei personaggi più apprezzati, e l’interpretazione di Giannini considerata una delle sue migliori.

Impostazioni privacy