‘Mare Fuori 4’, tutti in lacrime per Massimiliano Caiazzo: cosa succederà

Alla conferenza stampa di Mare Fuori 4, Massimiliano Caizzo commuove il pubblico con una dedica speciale al regista della serie.

massimiliano caizzo dedica a regista di mare fuori
Massimiliano Caizzo alias Carmine in Mare Fuori (Blueshouse.it)

L’attesa è quasi finita. Mare Fuori sta per tornare e l’hype, forse, non è mai stato così alto. In tv comincerà appena finisce Sanremo, ma la serie si successo arrivata alla stagione sarà rilasciata in anteprima su Raiplay a partire dal primo di Febbraio.

Siamo, quindi, veramente agli sgoccioli e tutte le teorie cominceranno a trovare risposta. Il fenomeno seriale ambientato all’Ipm di Napoli catalizzerà l’attenzione e inevitabilmente per chi deciderà di seguire la serie in tv sarà davvero difficile fare il salto dello spoiler. Anticipazioni che già si cerca di evitare da mesi, visto che da fenomeno culturale qual è diventato, i primi due episodi della serie sono stati trasmessi in anteprima al Festival del Cinema di Roma lo scorso –qui trovate gli spoiler.

Un atteso ritorno che è stato scandito anche dalla conferenza stampa di presentazione di Mare Fuori 4. Proprio in questa occasione uno dei personaggi più amati, Massimiliano Caiazzo, ha saputo come far commuovere il pubblico.

La dedica al regista Silvestrini, Massimiliano Caizzo fa piangere il pubblico

ivan silvestrin regista di mare fuori
Massimiliano Caizzo e il regista Ivan Silvestrini sul set (Blueshouse.it)

La conferenza stampa voluta dalla Rai è stata la prima occasione per ritrovare il cast della serie riunito tutto insieme dalla fine delle riprese. Un modo anche per il pubblico di rivedere tutti i propri beniamini e durante il quale c’è stata ovviamente la possibilità di parlare di quello che si vedrà.

Altre piccole anticipazioni, insomma, senza dire troppo. Su questa quarta stagione, per detta stessa del regista Ivan Silvestrini, sarà molto più cupa. I personaggi entreranno a che fare con i propri demoni interiori anche quelli da cui non ci si aspetta un’autoanalisi del genere. E poi un consiglio e cioè di godersi la serie non in modalità bingewatching, un episodio dopo l’altro, ma un po’ alla volta. Dilazionare insomma gli incontri per fare in modo che duri di più.

Oltre questo però, l’incontro con la stampa è stato un modo per gli attori anche di andare oltre e raccontare la loro esperienza personale. A commuovere tutti è stato Massimiliano Caizzo aka Carmine Di Salvo con la sua dedica proprio al regista:Ho avuto la fortuna di lavorare con un regista molto empatico, perché ci sono stati momenti emotivamente molto difficili da gestire […] e Ivan ha saputo gestire dei momenti critici in maniera elegante, delicata, senza essere invadente“.

Silvestrini regista sensibile, c’era stato un precedente

Della sensibilità di Silvestrini si era già parlato qualche tempo fa, quando nell’ultimo giorno di ripresa di Nicolas Maupas, l’attore aveva pubblicato una foto proprio con il regista e nella quale si mostrava particolarmente commosso. Per il percorso fatto in questi anni nella serie e proprio per l’incontro con il regista.

Sempre con Caizzo poi sono diverse le dimostrazioni di affetto e stima che l’attore e il regista si condividono sui social.

Impostazioni privacy