Mare Fuori 4, tra location vecchie e nuove. Scopriamo dov’è stata girata l’ultima stagione

In questi anni, Mare Fuori ha permesso di scoprire anche un po’ le bellezze e i vicoli di Napoli e non solo. Sono diverse, infatti, le location anche fuori dalla città: scopriamole!

mare fuori location
Tutte le location di Mare Fuori 4 (Bluehsouse.it)

Mare Fuori è arrivato alla conclusione della quarta stagione o almeno così è per chi non è riuscito ad aspettare la programmazione di Rai 2 e ha avuto bisogno di fare bingewatching sul sito di Rai Play. Tanti gli interrogativi rimasti e le teorie dei fan che già immaginano il futuro della serie.

Ma la serie campione di ascolti della Rai -venduta in buona parte del mondo e che è riuscita a conquistare anche il mondo della moda con una collezione OVS dedicata (diventando di fatto la prima serie italiana a riuscire in questo, ndr)- ha avuto anche la capacità in questi anno di far conoscere alcune delle bellezze del capoluogo partenopeo e non solo.

Vicoli, chiese e scenari spesso si sono presi il loro spazio all’interno della storia, perché Mare Fuori è nato come racconto di speranza per i giovani che finiscono dietro le sbarre, ma anche per un territorio troppo spesso martoriato dalla criminalità. Visto il successo della serie, non è del tutto impensabile credere che presto o tardi si creeranno dei tour organizzati che porteranno i curiosi e i visitatori a scoprire le location di Mare Fuori -il cosiddetto cinetursimo che ha già reso famosissime, per esempio, le location siciliane di Montalbano.

Mare Fuori, i luoghi (e i paesi) da scoprire

mare fuori location campania
Il santuario di Liveri che compare nella questa stagione di Mare Fuori (Blueshouse.it

Sappiamo già, ormai da tempo, che l’IPM in cui si volgono le vicende dei nostri beniamini è ispirato a Nisida, ma non è ovviamente lì che si girano le scene del carcere minorile. Già luogo di “pellegrinaggio” il Palazzo Rosso simbolo della serie è in realtà la sede della Marina Mercantile di Napoli, si trova in Via Ammiraglio Ferdinando Acton al molo San Lorenzo non lontano dal porto di Napoli.

Ma passeggiando per i vicoli di Poggioreale o Forcella si potranno ritrovare le scalinate dove Don Salvatore commette l’omicidio durante il primo episodio oppure ci si può spostare nella zona di Bagnoli e Posillipo per ritrovare gli scenari utilizzati per le riprese dall’alto. Infine, Ponticelli il rione Conocal nella periferia est di Napoli, quartiere difficile e dove si possono ritrovare palazzi abbandonati e fatiscenti, e dove sono state girate alcune scene in esterna.

Non solo Napoli, gli altri luoghi della Campania in Mare Fuori

Nella serie però non abbiamo avuto modo di scoprire solo Napoli. Più volte i set si sono spostati anche in altre cittadine della Campania spesso a confine con l’Irpinia. È il caso, per esempio, di Palma Campania la cui chiesa con piazzale antistante è stata scelta per celebrare le nozze di Carmine e Nina che poi proprio lì fuori muore. E poco distante da questa cittadina si trova, invece, Liveri il cui Santuario compare proprio nella quarta stagione e scelto per il matrimonio tra Carmine e Rosa.

Come dimenticare poi la scena finale della terza stagione che vede Rosa, Carmine Don Salvatore districarsi tra gli archi della Grotta della Sibilla nel cuore dei Campi Flegrei.

Impostazioni privacy