Kanye West, arriva la denuncia dell’ex assistente Lauren Pisciotta: “Molestie sessuali e licenziamento illegittimo”

Kanye West è sempre sulla bocca di tutti, ma stavolta non per un motivo piacevole: il rapper è accusato di molestie sessuali.

Kanye West
Il rapper Kanye West dovrà rispondere delle accuse di molestie sessuali e licenziamento illecito da parte di una ex assistente (Blueshouse.it)

Kanye West è una delle figure più in vista del momento, merito della sua produzione musicale ma anche delle vicende che lo riguardano e del suo carattere controverso. E in effetti il rapper non si fa problemi a divulgare dichiarazioni che potrebbero risultare compromettenti e proprio per questo continua a far parlare di sé e nel frattempo sua figlia North West annuncia l’uscita di un album solista a soli 10 anni.

Negli ultimi giorni, una nuova notizia riportata da PageSix sta facendo il giro del web: Kanye West è stato accusato di molestie sessuali da una sua ex assistente, che inoltre avrebbe aggiunto ai capi di accusa anche quella per licenziamento illecito. Ma andiamo con ordine: l’assistente in questione si chiama Lauren Pisciotta, che ha lavorato per West a partire dal luglio 2021.

Accusato di molestie sessuali dall’ex assistente: Kanye West dovrà rispondere alle accuse

Lauren Pisciotta
Lauren Pisciotta, ex assistente di West, lo ha accusato di pesanti molestie sessuali (Blueshouse.it)

Al momento in cui fu assunta, alla ragazza fu offerto un compenso di 1 milione di dollari, a patto che accettasse 2 condizioni: doveva chiudere il suo profilo OnlyFans e doveva essere a disposizione di West 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Per accettare fece richiesta di un ulteriore milione di dollari che, in teoria, le fu concesso, ma in pratica non è mai arrivato.

Ma non solo, poiché durante i mesi di collaborazione Pisciotta avrebbe subito molestie sessuali di ogni genere. Dai messaggi a sfondo sessuale fino alle richieste di togliersi i vestiti, dagli inviti a fare sesso fino al dover assistere al rapper che si masturbava di fronte a lei. Stando a quanto la donna ha raccontato a PageSix, West “si è anche arrabbiato quando mi sono rifiutata di fare sesso“.

Prima promossa, dopo un mese licenziata: cosa è successo con Kanye West?

A queste accuse va ad aggiungersi anche il licenziamento illegittimo. Secondo quanto riportato da Pisciotta, infatti, nel 2022 la donna è diventata capo dello staff in varie società di West. A quel punto il suo stipendio è aumentato, arrivando fino a 4 milioni di dollari.

Questo aumento, però, non è mai diventato effettivo e anzi nel giro di un mese dalla promozione la donna è stata licenziata all’improvviso. La liquidazione promessale, di 3 milioni di dollari, non è mai arrivata. Tutto ciò, sommato alle molestie subite, avrebbe spinto la donna ad accusare pubblicamente il suo ex datore di lavoro.

Impostazioni privacy