Gerry Scotti arrivederci a Mediaset: cambierà casacca. Il Motivo..

E alla fine c’è Gerry Scotti in Rai, con il celebre conduttore pavese che per la prima volta varca le soglie della Televisione di Stato. Succederà sin da subito.

Gerry Scotti in Rai per lo speciale su Claudio Cecchetto
Gerry Scotti (Foto Ansa) Blueshouse.it

Gerry Scotti in Rai, c’è l’accordo. Lui che è l’uomo Mediaset per antonomasia e che dal 1983 porta avanti in maniera ininterrotta una sempre florida carriera come conduttore di quiz show e di format di altro tipo (di recente l’azienda gli ha affidato il format a tema canoro “Io canto Generation”) compirà questo grande passo.

Da ben quarant’anni “zio Gerry” si è alternato tra Italia 1 e Canale 5, gestendo i tempi televisivi in dozzine e dozzine di programmi ancora oggi molto amati. Basti pensare a “Il gioco dei 9” ereditato da Raimondo Vianello nei primissimi anni Novanta ed a “Passaparola”, del quale ha tenuto le redini dal 1999 al 2008.

In quest’ultimo programma c’erano tanti minigiochi divertentissimi, come ad esempio quello del doppiaggio da improvvisare al momento. “Passaparola” ha fatto poi da trampolino di lancio per le carriere di Ilary Blasi, Silvia Toffanin ed Alessia Mancini.

E poi c’è ovviamente “Chi vuol essere miliardario”, divenuto poi “Chi vuol essere milionario” con il passaggio dalla lira all’euro. Ma adesso assistiamo allo sbarco di Gerry Scotti in Rai, per quella che è una notizia davvero inattesa.

E che suona come il più clamoroso cambio di maglia che potrebbe avvenire nel calcio. Tanto per fare un esempio, sarebbe come se Francesco Totti abbia deciso di passare alla Lazio. Cosa c’è dietro a questa scelta?

Gerry Scotti in Rai, quando succederà

In realtà c’è una spiegazione che rende il tutto decisamente meno clamoroso e più umano. Semplicemente Gerry Scotti in Rai ci andrà solamente per una serata. Alcuni pensano che possa avvenire tutto ciò durante il Festival di Sanremo 2024. La kermesse canora in Liguria già altre volte ci ha abituato a dei “prestiti” tra la Televisione di Stato e Mediaset e a degli scambi di cortesia.

L’esempio più eclatante è quello che vide Maria De Filippi andare proprio al Festival di Sanremo nel 2017. Ma nel caso di Gerry Scotti in Rai non sarà questa la circostanza. Succederà molto prima, mercoledì 20 dicembre. In tale data è previsto infatti uno speciale televisivo al quale il conduttore di Camporinaldo, in provincia di Pavia, non può proprio mancare.

Poco prima di Natale la Rai dedicherà una serata a Claudio Cecchetto con la trasmissione “People from Cecchetto” affidata ad Amadeus (sapevate cosa faceva quest’ultimo prima di diventare famoso?). Il quale ha voluto anche Gerry scotti e tanti altri. Ci saranno pure Fiorello, Leonardo Pieraccioni, Sabrina Salerno, Jovanotti e non solo.

Claudio Cecchetto è senza dubbio una colonna portante della musica e del mondo dello spettacolo italiano. Nei sui 48 anni di carriera il produttore musicale e dj ha lanciato tantissimi artisti. E con lui Gerry ha lavorato ad Italia 1 a metà degli anni Ottanta.

Ma a proposito di Sanremo, alcuni ritengono che proprio lui, Zio Gerry, possa rappresentare una delle prime scelte per la conduzione e per la direzione artistica dell’edizione del 2025. Edizione in cui sembra scontato che Amadeus non ci sarà più dopo un ciclo super trionfale durato cinque anni. Intanto però Gerry Scotti può andare fiero degli ottimi ascolti di “Io canto Generation”, che sta andando benissimo.

Impostazioni privacy