“Lei era veramente povera, vi dico cosa faceva” Il racconto di Lillo fa piangere tutti – VIDEO

Lillo fa piangere tutti tramite Instagram: il racconto verità sulla povertà. Un ricordo pieno di emozioni anche se con un pizzico di amarezza

Lillo fa piangere tutti
Lillo Petrolo alla presentazione di “Elf me” (Blueshouse.it)

Oggi è uno dei personaggi più amati del mondo dello spettacolo. Si è fatto conoscere in un duo che ha strappato sorrisi e risate a tutti ma piano piano ha camminato anche con i suoi passi. Comico, attore, cabarettista, Lillo Petrolo, nome d’arte di Pasquale Petrolo, è arrivato nel mondo dell’arte attraverso un percorso non propriamente canonico come ha raccontato in una intervista al Corriere della Sera.

Voleva fare il fumettista, la sua passione, ma i suoi non volevano e così ha iniziato a vendere cerotti, poi cinture ai semafori, la collaborazione con una ditta che faceva zainetti per bambini, disegnando orsacchiotti e paperelle fino agli adesivi per Cioè, la nota rivista per ragazze, il tutto per pagarsi la scuola di disegno. La svolta? L’incontro con Claudio Gregori, più noto al pubblico come Greg, suo collega, spalla e amico con il quale Lillo cominciò a lavorare insieme per diventare tra i comici più amati del Bel Paese. Oggi lo troviamo su Amazon Prime con il film di Natale “Elf Me” e sui social vanta oltre un milione di follower, proprio a loro rivela anche aneddoti e momenti della sua vita. L’ultimo racconto è pieno di emozioni e molto toccante.

Lillo fa piangere tutti: il VIDEO

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lillo (@lillopetrolo)

Il racconto di Lillo nell’ultimo video pubblicato su Instagram è dedicato ai piatti poveri, ma buoni, di cui l’Italia è piena. Incredibile la lista, oltre che la bontà delle preparazioni. Il comico ne elenca qualcuno, come la zuppetta pugliese, la pappa al pomodoro o i canederli per poi svelare però che ce n’è uno ancora più umile. Nella didascalia al video lo anticipa scrivendo: Il piatto povero di mia nonna che era veramente povera.. LA SBRICIOLATA.. la ricetta!!!! #piattipoverimabuoni #ricette #christmas”. Nel contributo da lui realizzato, infatti, dice senza vergogna: “Il più povero di tutti lo faceva mia nonna”. Si tratta, appunto, della sbriciolata da realizzare con due soli ingredienti: pane ed acqua.

Lillo ne descrive anche la preparazione spiegando che di giorno in giorno si conservano le briciole avanzate di ogni pasto fino a raggiungere la quantità che interessa. Si mette dell’acqua in un tegame, si uniscono le briciole, si porta la pentola sul fuoco e si mescola fino a raggiungere una consistenza morbida. È proprio lui che fa vedere a tutti la preparazione per poi sedersi a tavola e mostrare il risultato, con un inconveniente però.

L’imprevisto che fa sorridere

Lillo ammette che la sbriciolata realizzata da sua nonna era decisamente diversa. Spiega: “Sicuramente mia nonna ci metteva qualcos’altro che non ci ha mai detto – dice – Me la ricordavo più saporita”. Ipotizza di poter aggiungere il sale e forse anche il parmigiano, anche se poi fa dietrofront perché avere questo tipo di formaggio non significava essere poveri. Il suo umorismo nel raccontare le cose traspare anche in questa occasione, unico come pochi.

Impostazioni privacy