Diana Del Bufalo e la volta in cui finì in manette: “Fu tremendo, mi arrestarono perché avevo…”

Ospite del social format creato da LeColiche, Diana Del Bufalo racconta di quando è stata arrestata a Londra a causa di uno spray.

diana del bufalo arrestataDiana del Bufalo racconta di quanto è stata trattenuta dalla polizia a Londra (Blueshosue.it)

Classe 1990 Diana Del Bufalo è attrice, cantante e presentatrice. Romana e figlia di un archeologo- architetto e di una cantante lirica, la carriera di Diana è iniziata nel 2010 quando ha partecipato ad Amici di Maria de Filippi; da allora la sua carriera è stata solo un crescendo che l’ha portata anche ad un passo dal lavorare su set internazionali.

È un volto molto amato della tv e del cinema, ma ha anche un fanbase social che la segue assiduamente e con la quale non ha praticamente segreti. Tanto ha parlato di salute mentale e dell’aiuto ricevuto nei suoi anni di terapia, ma ha anche spiegato che la sua spontaneità che spesso risulta senza freni e sopra le righe è dovuta coprolalia che è poi uno dei sintomi più evidenti, insieme ai tic fisici, della sindrome di Tourette di cui soffre.

E a proposito di social, di recente è stata ospite del social format ideato dai content creator de LeColiceal cesso con le coliche” in cui ha raccontato di una sua particolare esperienza con la polizia londinese.

“Sono schedata a Scotland Yard”, Diana del Bufalo arrestata a Londra

diana del bufalo e le coliche
Diana Del Bufalo con il duo de LeColiche (Blueshouse.it)

 

Per chi non li conoscesse, LeColiche sono due fratelli romani nati come content creator sui generis e che si stanno facendo spazio nel mondo del cinema. Proprio su Youtube hanno dato vita a questo format di interviste un po’ particolari che si svolge in un bagno con l’ospite di turno che è seduto in doccia. Hanno intervistato, tra gli altri Cristiano Caccamo, Ninni Bruscetta, Carl Brave e tanti altri.

Di recente è toccato a Diana Del Bufalo, che si è sottoposta ai diversi giochi pensati dal duo comico, ma anche risposto a diverse domande, come quella sulla coprolalia. Alla domanda poi su quale fosse stata l’idea peggiore mai avuta ha deciso di raccontare la sua esperienza con la polizia di Londra.

Trasferitasi nella capitale UK per studiare all’età di 19 anni, Diana Del Bufalo aveva portato con sé uno spray al peperoncino datole dal padre. Peccato che nel Regno Unito uno spray simile sia illegale e così ai controlli aeroportuali per il ritorno in Italia è stata arrestata: “4 persone con il mitra mi hanno scortata fuori dall’aeroporto e mi hanno postato alla stazione di polizia. Lì lo spray al peperoncino è illegale, insomma per loro è come se avessi girato con una pistola“.

Un’esperienza che è finita con Del Bufalo che provava a spiegare che quello era solo un modo per sentirsi più sicura in strada, mentre a Scotland Yard le prendevano DNA, impronte e le facevano foto segnaletiche. Alla fine ammette: “A Londra sono schedata. Ho la fedina penale sporca (sottolineandolo però in senso ironico, ma vero, ndr)”.

Impostazioni privacy