Bud Spencer, Terence Hill e quel film per cui rischiarono l’arresto: panico sul set

Curiosità dal cinema: durante le riprese di un film, Bud Spencer e Terence Hill hanno rischiato l’arresto sul set.

Il film Superpiedi quasi piatti
Il film Superpiedi quasi piatti (Blueshouse.it)

La coppia Bud Spencer e Terence Hill rappresenta un mito intramontabile per il cinema italiano. I due attori hanno recitato insieme in tantissimi film che hanno fatto la storia della commedia italiana, crescendo intere generazioni di spettatori. Insieme, Bud e Terence hanno scolpito gli anni ’70 e ’80, e attorno al loro lavoro circolano ancora oggi tantissime curiosità.

Una fra queste, riguarda il rischio di arresto sul set negli Stati Uniti. Per quale motivo? Il tutto è avvenuto durante le riprese del celebre film “I due superpiedi quasi piatti”, uscito nelle sale nel 1977 e diretto da Enzo Barboni, in arte E.B. Clucher. La pellicola racconta le rocambolesche vicende quotidiane di due truffatori i quali, per una serie di coincidenze, si ritrovano arruolati nel corpo della polizia di Miami.

Panico sul set del film “I due superpiedi quasi piatti”: quando Bud Spencer e Terence Hill rischiarono l’arresto

La scena in caserma
La scena in caserma (Blueshouse.it)

Il film, girato interamente nell’area metropolitana di Miami, presenta un curioso aneddoto, che ha portato quasi all’arresto dei due protagonisti. Cosa è successo? Durante delle riprese, Bud Spencer e Terence Hill sono a bordo di una vettura della polizia, indossando ovviamente le divise di scena. Mentre recitano la loro parte, tengono accesa la radio.

A un certo punto, dall’apparecchio, sentono gracchiare la voce di un poliziotto, un vero poliziotto, il quale sta avvertendo tutte le unità di ricercare un’auto della polizia rubata e con a bordo due finti poliziotti. Allertate tutte le forze dell’ordine di Miami, in città di sparge il panico. I due attori, a quel punto, fermano la scena, spengono l’auto e scendono, spaventati.

Sul set, insieme a tutta la troupe, attendono l’arrivo dei poliziotti con le mani alzate, per paura che possano sparargli contro. Dopo gli accertamenti dei veri poliziotti, Bud Spencer, Terence Hill e tutto lo staff al lavoro sul film, possono riprendere le riprese. Ma come mai è avvenuto questo malinteso? È per via di un fraintendimento.

Il fraintendimento che ha causato il panico sul set

Naturalmente, il regista e il produttore del film “I due superpiedi quasi piatti” avevano richiesto il permesso per girare per la città di Miami, tuttavia, senza indicare con precisione i luoghi dove avrebbero allestito il set. Inoltre, la produzione non aveva nemmeno avvisato che si sarebbe trattato di un film poliziesco, quindi con l’utilizzo di automobili ufficiali e divise da agenti.

Nonostante il disguido, il film, che ha causato una grande paura per gli attori, viene portato a termine. Le ultime scene vengono girate a Milano e a Roma, poi l’uscita nelle sale cinematografiche. È un successo di incassi, con 6 miliardi e mezzo di lire, che lo rendono il secondo film più visto in Italia nel 1977, subito dopo il “King Kong” di John Guillermin e con protagonista la splendida Jessica Lange. Altre curiosità sul cinema? Le trovate in questo articolo.

Impostazioni privacy