“Volevo solo un papà normale”, chi è Silvia Califano, l’unica figlia del Califfo

Il film su Franco Califano ha riportato l’attenzione mediatica sulla vita del cantautore: chi è la sua unica figlia Silvia e cosa dice di suo padre?

Franco Califano e sua figlia Silvia
Franco Califano e sua figlia Silvia (Blueshouse.it)

Il film “Califano”, andato in onda domenica 11 febbraio su Rai 1, interpretato egregiamente dal giovane Leo Gassmann, è stato un grande successo di pubblico. Il biopic prodotto dalla Rai ha ottenuto un ottimo share, proseguendo gli ascolti positivi, addirittura da record, inaugurati con la settimana del Festival di Sanremo.

Ma la pellicola ha riacceso anche l’attenzione mediatica sulla vita privata del leggendario cantautore romano, dall’esistenza selvaggia e dai tanti amori. Franco Califano è stato un poeta, un grande autore di canzoni, un personaggio, un ribelle e un amante. Oltre a scrivere centinaia di canzoni, ha collezionato centinaia donne. Era ossessionato dalle donne, e non si è mai riconosciuto nel ruolo di padre.

Chi è Silvia, l’unica figlia del cantautore Franco Califano: come ricorda il padre

Una delle ultime apparizioni tv del Califfo
Una delle ultime apparizioni tv del Califfo (Blueshouse.it)

Amicizie con personaggi della malavita, la moglie Rita, infine la nascita dell’unica figlia, Silvia, con la quale il Califfo non ha mai condiviso tanto, e che ha sempre trattato in modo gelido. Silvia Califano è la figlia di Franco e di Rita Di Tommaso. Ricordare il papà, per lei, non è una bella esperienza, visto la sofferenza accumulata negli anni.

Nata nel 1959, prima che il Califfo diventasse popolare, ha preferito restare lontano dal mondo dello spettacolo. Inoltre, ha mantenuto sempre un comportamento freddo e conflittuale con il padre. Silvia è stata ballerina classica, e oggi insegna ballo nella scuola che ha fondato a Trieste. Ha conosciuto suo padre Franco solo quando aveva 20 anni.

Il loro è stato un rapporto travagliato, ma nel tempo lo hanno recuperato, almeno in parte. Ci hanno lavorato su per anni, per decenni, e alla fine hanno raggiunto la riappacificazione. Silvia, però, non ha mai perdonato l’abbandono quando era in fasce. Dopo il diploma al liceo artistico, ha iniziato a studiare al Balletto di Roma, per poi spostarsi a Venezia, Londra e Parigi.

“Volevo solo un papà normale” le dichiarazioni dell’unica figlia del Califfo

Oltre a ballare, Silvia Califano ha lavorato anche come costumista. La mamma Rita, che il Califfo aveva sposato a soli 19 anni, le è sempre stata accanto. La giovane Silvia è cresciuta con il mito del padre, che vedeva spesso in televisione, lo ascoltava alla radio e lo ammirava nei fotoromanzi. Poi, un giorno, ha deciso di mettersi in contatto con lui.

All’epoca aveva 20 anni, si era appena diplomata e studiava danza. Al funerale del padre, nel 2013, la stessa Silvia aveva detto che, nonostante avessero recuperato il rapporto, aveva comunque perso per strada tanti pezzi di vita insieme.

È stata lei a chiarire l’abbandono del padre, quando aveva 5 mesi, e non prima della sua nascita, come si è vociferato per decenni. Di lui afferma che “Non sapeva fare il padre, aveva troppe ragazze, anche più giovani di me. A scuola la gente mi faceva i complimenti per le sue canzoni, ma io volevo solo un papà normale”.

La mancanza di una figura maschile, e di genitori uniti e innamorati, hanno avuto un peso enorme sulla crescita e su tutta la vita della donna. “Mi sono sempre sentita sola”, ha rivelato. Non si conosce molto della sua vita privata, ma sappiamo che ha una figlia di 25 anni, si chiama Francesca.

Impostazioni privacy