Noemi: la voce femminile del jazz e del blues all’italiana

Il jazz e il blues all’italiana finalmente hanno trovato un interprete degna di questo nome, è Veronica Scopelliti in arte Noemi

Noemi
Noemi – (blueshouse.it)

L’esibizione al Festival di Sanremo 2023, il bellissimo duetto con Mara Sattei sulle note di L’Amour Toujours di Gigi D’Agostino, ha consacrato, una volta per tutte, Veronica Scopelliti, in arte Noemi, come una delle artiste italiane più seguite, più amate e più poliedriche dell’intero panorama nazionale. Forse, e si può dire senza azzardi o timori di smentita, addirittura di quello europeo. Sì perché la cantante di Roma, 42 anni il prossimo 25 gennaio, negli ultimi tre anni ha fatto un salto in avanti definitivo.

Un salto dove ha compiuto gli ultimi passi che le mancavano per passare dall’essere una apprezzatissima cantante di nicchia al diventare un personaggio a tutto tondo del mondo della musica e dello spettacolo. Decisivi per questo crescita la pubblicazione di un album fondamentale della sua carriera, Metamorfosi in vendita dal 2021 e l’avvio di una serie di collaborazioni artistiche. Collaborazioni che ne hanno orientato e per alcuni versi migliorato il percorso. Vediamo nel dettaglio i motivi che hanno attivato questo nuovo percorso, i risultati pratici in termini di riconoscimenti e di vendite. E, soprattutto, l’approdo finale del progetto di Noemi.

Noemi, la regina del nuovo blues italiano

Noemi, jazz e blues
Noemi, tra jazz e blues ( blueshouse.it)

Partiamo dal disco, Metamorfosi, un nome che è tutto un programma. Un titolo, ovviamente, legato anche ad una metamorfosi personale. Un disco composto da undici brani tra cui Glicine, presentato a Sanremo 2021. Un disco connotato da una forte spinta verso il jazz e il blues i veri riferimenti musicali della cantante. Il disco ottiene un grande successo. Tanti riconoscimenti e tante vendite. Un successo, peraltro, confermato da tre tour nell’arco di pochi mesi. Tre tour di grande impatto sia a livello di show che di emozioni: Metamorfosi Summer Tour 2021, Noemi Outdoor Tour e Noemi Live del 2022. Questo successo ha ovviamente dischiuso le porte ad una serie di collaborazioni.

Dalla partecipazione al supergruppo Italian Allstars 4 Life, la reunion di 50 tra gli artisti musicali più importanti del nostro Paese che hanno interpretato Ma il cielo è sempre blu di Rino Gaetano. Obiettivo raccogliere fondi per la Croce Rossa e le vittime della pandemia da Coronavirus Covid-19. Una delle tante cause a cui l’artista presta voce e immagine. Poi è stata la volta della straordinaria interpretazione di Vecchia Roma di Gabriella Ferri per il programma di Alberto Angela. Fino al rapporto con il rapper Inoki. Se a questo aggiungiamo che in passato il grande Vasco Rossi ha scritto per lei Vuoto Perdere, sommiamo una serie di influenze che fanno di Noemi un’artista a 360 gradi. La migliore interprete jazz e blues femminile d’Italia. Una cantante capace di raggiungere, e forse superare, perfino la tonalità di Anastacia. E siamo solo all’inizio

Impostazioni privacy