Marina La Rosa, “non potevo essere altro”: la foto irriverente è da urlo

Uno scatto in bianco e nero per raccontare se stessa e per richiamare l’attenzione su una delle pellicole più chiacchierate del momento. Marina La Rosa racconta in poco la sua libertà.

marina la rosa che fa oggi
Marina La Rosa, lo scatto in bianco e nero sui social per raccontarsi (Blueshouse.it)

L’abbiamo conosciuta come la “gatta morta” della prima edizione del Grande Fratello, il primo reality show che arrivava in Italia, l’edizione che ha veramente attirato l’attenzione di tutti pubblico e sociologi, perché l’esperimento in quel caso (e forse solo in quello) c’era davvero.

Da allora di tempo ne è passato e quello che era diventato e Marina La Rosa, il personaggio più discusso di quell’edizione, negli anni ha confessato di aver detto tanti no alla tv e al cinema, anche se non ha rinnegato la partecipazione ad alcune soap storiche come Beautiful, Terra Nostra 2 e le più nostrane Carabinieri e Un posto al sole.

La recitazione poi l’ha messa da parte e si è dedicata ad altro. Per un po’ fuori dalle scene, sono arrivati i due figli amatissimi e una laurea in psicologia. Oggi la vediamo soprattutto nel salotto de La vita in diretta con Alberto Matano. La verve è rimasta la stessa, oggi come al GF, Marina La Rosa non le manda a dire anche quando quello che pensa potrebbe non piacere. Sui social poi è molto seguita ed è qui che ha trovato uno dei maggiori spazi per raccontarsi.

Marina La Rosa, lo scatto da diva giocosa

marina la rosa social
Marina La Rosa il racconto social e il richiamo a Povere Creature (Blueshouse.it)

La pagina Instagram di Marina La Rosa è uno spazio che la donna si è ricavata per raccontare, come succede un po’ tutti, del suo trascorso, delle sue giornate, dei suoi amori. I libri, i post con i consigli, gli affetti.

L’ultimo dei post pubblicati è uno scatto in bianco e nero con il quale, con poche e semplici parole, l’ex gieffina prova a raccontare meglio il suo modo di essere libera. “Impertinente irriverente libera. Questa sono perché non sarei potuta essere diversa“. La foto, a opera del fotografo Enrico Vallin, è davvero mozzafiato; un po’ il ricordo degli scatti delle grandi dive del cinema degli anni Trenta: una vasca da bagno e una protagonista che gioca con se stessa e la sua bellezza.

Il richiamo a Povere Creature

Una frase, scritta senza punteggiare come piace a lei e come ha spiegato in un post passato, che un richiamo a Povere Creature, uno dei film più attesi dell’anno e che ha già fatto incetta di premi oltre che di candidature all’Oscar.

Un richiamo a Bella Baxter (Emma Stone, ndr) e a quel suo disarmante modo di essere sregolare e quindi libera. E, quindi, un post che vuole essere anche un consiglio sull’andare a recuperare quanto prima la visione del film di Lanthimos

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marina la Rosa (@marina_la_rosa)

 

Impostazioni privacy