I membri della Royal Family non possono farlo, le conseguenze potrebbero essere serie

La Royal Family, seguita  in tutto il mondo, segue regole ferree all’interno di un protocollo molto rigido, ma ci sono anche alcune scaramanzie della Corona inglese: scopriamo insieme cosa non possono proprio fare

Principi del Galles
Principi del Galles (Blueshouse.it)

La monarchia britannica è indubbiamente la casa Reale più seguita in tutto il mondo. Il fascino della corona, abbinato a scandali e gossip di ogni tipologia, tiene incollati i sudditi inglesi e non solo, alle vicende reali. I membri della Royal Family hanno contribuito a tenere vivo l’interesse su ciò che accade tra le mura di Buckingham Palace.

La Royal Family, essendo una casa regnante antichissima, segue regole ed etichette millenarie, che si basano su un protocollo rigidissimo, costruito nel tempo, ma anche su usanze che hanno un che di scaramantico, che non ti aspetti. Gli inglesi appaiono  come un popolo distante dalle credenze popolari e dalle superstizioni, distaccato e poco incline alle scaramanzie, più legate ai popoli del sud del mondo, e invece anche al di là della manica arrivano curiosità che hanno dell’incredibile.

Curiosità e credenze inglesi

tramezzino e panini
Tramezzino e panini rotondi (Blueshouse.it)

Un popolo potente quello inglese, che ha dominato il mondo, con una delle case regnanti più antiche e blasonate, nasconde curiosità e credenze fuori dal comune. E’ noto il protocollo di corte, rigido e ingessato, con regole secolari che contemplano obblighi e dettami risalenti alla notte dei tempi. La tradizione è molto importante per la corona inglese, e viene seguita alla lettera senza lasciare spazio alla modernità ed al tempo che trasforma la società.

Del resto la forza che ha sempre contraddistinto la famiglia reale inglese si basa proprio su regole che hanno origini lontane nel tempo, protocolli medievali, che rappresentano un saldo legame con il passato glorioso di quella che è stata, per secoli, la più potente nazione al mondo. Quindi niente minigonne, né foto e autografi, né il minimo contatto fisico. Vietati i soprannomi, niente social media personali, ma solo ufficiali. Non si possono accettare regali, né giocare con giochi da tavolo considerati “viziosi”.

La regola del panino

Tra le regole da seguire a corte ce n’è una particolarmente curiosa che ha una storia particolare dietro, risalente all’epoca vittoriana. Nel periodo in cui regnava la Regina Vittoria con il marito, il Principe Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha, si consacrò la regola del panino con angoli tondi e non retti. Lo stesso Principe spiegò che gli angoli retti dei panini gli avrebbero ricordato una bara funebre e quindi sarebbero stati di cattivo presagio.

Da allora, quindi, sulle tavole reali sono vietate tutte quelle forme di panini tipiche, come sandwich, toast o tramezzini con angoli retti, ma sono consentiti sono panini dai lati tondeggianti per merende e picnic, per rispettare la singolare richiesta e superstizione del Principe consorte Alberto di Sassonia.

Impostazioni privacy