Angelina Mango, a fine esibizione la frase che commuove il pubblico con gli occhi che guardavano li..

L’esibizione di Angelina Mango era una delle più attese e l’emozione, oltre che la grinta, si è notata soprattutto a fine esibizione.

angelina mango esibizione sanremo 2024
Angelina Mango nella prima serata di Sanremo (Blueshouse.it)

Tra le esibizioni più attese di questo Sanremo c’era indubbiamente quella di Angelina Mango. C’era curiosità intorno alla giovane artista, per la lunga scia di successi con la quale arrivava a Sanremo e, inevitabilmente, per il legame familiare che c’è con il Festival, per il suo essere figlia d’arte.

Ed così che è stata presentata da Marco Mengoni, una figlia d’arte che però non vedeva l’ora di esibirsi sul palco dell’Ariston. La giovane artista ha fatto lo spettacolo che voleva, ma alla fine l’emozione si è percepita.

Angelina Mango, l’esibizione alla fine tradita dall’emozione

la noia angelina mango
La presentazione di La noia (Blueshouse.it)

Per Chat GPT è l’artista che si porterà a casa la vittoria e del resto il testo de la sua La noia, scritto a quattro mani con Madame, era piaciuto molto agli addetti ai lavori. Un brano che mantiene le aspettative preannunciate proprio dalla stampa qualche settimana fa: sicuramente una hit che sentiremo spesso nelle prossime settimane e sicuramente anche questa estate.

La mano di Madame si sente, le sonorità elettroniche hanno una parte fondamentale così come si sentono altrettanto bene le radici partenopee di Mango che già aveva messo in evidenza nei brani precedenti come Che t’o dico a fa. Il mix è una musicalità che acchiappa. Il resto lo fa Mango stessa che sui social si diceva nervosa e troppo emozionata e invece si è mostrata padrona del palco come pochi altri, e magari con più esperienza.

L’emozione comunque non manca e alla fine anche Angelina Mango crolla e a fine esibizione mostra la sua parte più fragile. Nel salutare Amadeus, il pubblico e l’orchestra (giusto per non farsi mancare qualche punto al FantaSanremo, ndr) ringrazia tutti con un sonoro “è stato un onore davvero” e lo sguardo rivolto a guardare verso l’alto perché appunto la figlia d’arte alla fine sul palco dell’Ariston ha già vissuto tantissimo.

Altre emozioni ce le riserverà sicuramente venerdì con la serata cover quando canterà La rondine una dedica alla sua storia e al suo papà che ha dato tanto alla musica italiana.

Impostazioni privacy