Donna Imma in lacrime, addio per sempre al Castello delle Cerimonie: non possono fare più nulla

Attimi di tensione al Castello delle Cerimonie La Sonrisa, Donna Imma in lacrime, deve dire addio al locale: la confisca è esecutiva.

Location del Castello delle Cerimonie
Location del Castello delle Cerimonie (Blueshouse.it)

Una sentenza appena confermata, da parte della Corte di Cassazione, ha stabilito la chiusura del locale La Sonrisa, conosciuto da tutti come il Castello delle Cerimonie, dove è ambientato un popolare programma televisivo. Sebbene i reati siano prescritti, la confisca non ha risparmiato immobili e terreni dove si tengono gli ormai celebri “matrimoni napoletani”.

Situato in località Sant’Antonio Abate, in provincia di Napoli, grazie al canale Real Time, La Sonrisa è diventata una location popolarissima e molto richiesta da tutti i novelli sposi. Tuttavia, la Corte di Cassazione, proprio in queste ore ha confermato l’avvenuta prescrizione per tutti i reati contestati, rendendo però esecutiva la confisca di tutti i beni in cui sorge questa struttura.

Confisca dei beni al Castello delle Cerimonie: Donna Imma in lacrime, deve dire addio al locale

La lussuosa sala interna del locale
La lussuosa sala interna del locale (Blueshouse.it)

I beni confiscati entreranno in possesso del Comune di Sant’Antonio Abate. La vicenda giudiziaria non è nuova, anzi. Già nel 2011 erano state riscontrate presunte violazioni urbanistiche sul territorio in cui sorge il ristorante di lusso La Sonrisa.

Tutta l’area, che copre circa 40 mila metri quadrati, è sotto sequestro per presunti abusi edilizi, iniziati addirittura negli anni ’80. La sentenza di primo grado emessa dal tribunale di Torre Annunziata nel 2016, che prevedeva anche l’arresto di Rita Greco, la moglie del Boss delle Cerimonie Tobia Antonio Polese, e del fratello Agostino Polese, amministratore della società, era stata sospesa nel 2016.

Tutti i beni dei Polese confiscati: terreno e struttura ora nelle mani del Comune di Sant’Antonio Abate

Riformata dalla Corte d’Appello di Napoli, da ieri sera la sentenza è diventata definitiva. Prescritto il reato di lottizzazione abusiva, ora tutti i beni della famiglia Polese sono in mano al Comune.

E così, non solo la trasmissione di Real Time (specializzata in reality di ogni genere e tiplogia) subisce una brusca interruzione, anche se ancora non era stata annunciata una nuova stagione, ma tutte le coppie di futuri sposi che hanno prenotato a La Sonrisa dovranno cambiare programma, e magari essere risarciti per eventuali spese già effettuate.

Impostazioni privacy