Suona gli archi nell’ultimo brano dei Beatles senza saperlo, poi la tragica notizia

Una musicista ha suonato gli archi nell’ultimo brano dei Beatles senza saperlo, poi la tragica notizia data dalla sua mamma.

Suona gli archi nell'ultimo brano dei Beatles senza saperlo
Suona gli archi nell’ultimo brano dei Beatles senza saperlo (Blueshouse.it)

Quella dell’ultimo singolo dei Beatles, rilasciato nei giorni scorsi a 53 anni dallo scioglimento dell’iconico gruppo e con due componenti su quattro che hanno perso la vita, è una storia davvero incredibile e tutta da raccontare. “Now and Then” – questo il titolo del brano – è una canzone scritta da John Lennon alla fine degli anni Settanta e poi incisa voce e pianoforte dallo stesso nel 1977.

La storia di “Now and Then”, l’ultimo singolo dei Beatles

I Beatles tornano insieme grazie all'intelligenza artificiale
I Beatles tornano insieme grazie all’intelligenza artificiale (Blueshouse.it)

Il brano restò nel cassetto e nel 1995 venne rielaborato con parti di chitarra da George Harrison: ancora quasi 30 anni di buio, fino a quando lo scorso anno, gli unici due componenti dei Beatles ancora in vita, Paul McCartney e Ringo Starr, scelgono di riprenderlo e completarlo con le parti di basso e batteria. Si tratta dunque, a tutti gli effetti, dell’ultimo capolavoro dei Beatles.

Secondo quanto si apprende, fu Yoko Ono, vedova di Lennon, a consegnare nel 1994 il demo originale del brano a Paul McCartney: la cassettina era firmata semplicemente “Per Paul”, un vero e proprio regalo che John Lennon faceva all’amico ed ex componente della storica band e che oggi i due componenti del gruppo ancora in vita fanno ai loro fan.

Caroline Buckman, la musicista morta dopo aver registrato il brano dei Beatles

Gli spartiti autografati da Paul McCartney
Gli spartiti autografati da Paul McCartney (Blueshouse.it)

Nel brano è stata incisa una sessione di archi e anche questa vicenda ha dell’incredibile: i musicisti chiamati a comporla alla fine di aprile 2022 da un impresario musicale di Los Angeles sapevano di dover registrare un brano per Paul McCartney, che infatti dopo la registrazione si palesò nello studio di registrazione per ringraziare personalmente coloro che si erano resi disponibili per suonare.

Tra loro c’era anche Caroline Buckman, una violista di 48 anni, che però non ha mai potuto vedere l’uscita di questo straordinario singolo. La donna, infatti, dopo una battaglia durata cinque anni contro il cancro al seno, è venuta a mancare a marzo di quest’anno. Sua mamma Erika ha raccontato questa vicenda, spiegando che sua figlia sarebbe stata entusiasta di apprendere che aveva suonato per i Beatles.

Impostazioni privacy