“Now and Then”, nell’ultimo capolavoro dei Beatles c’è anche la voce di John Lennon: come è nato

Il 2 novembre è uscita la nuova canzone dei Beatles, un brano inedito ripescato dal 1978 e ricostruito con l’uso della IA.

Negozio di dischi con quadro dei Beatles
Negozio di dischi con quadro dei Beatles (Blueshouse.it)

È stata recuperata su nastro ancora intatto, la nuova canzone dei leggendari Beatles, risalente al 1978, quando la band non esisteva più già da 8 anni. Un brano inedito ripulito a dovere grazie all’Intelligenza Artificiale, che ha permesso di isolare la voce di John Lennon, renderla limpida, e di completarla con l’inserimento degli strumenti di Paul, Ringo e George.

La Apple Corps, storica etichetta che gestisce il catalogo dei Beatles, ha sorpreso milioni di fan della leggendaria band di Liverpool, la più importante della storia della musica leggera, pubblicando “Now and Then”, un pezzo scritto da Lennon nel 1978. Lennon aveva scritto il testo e registrato la demo al pianoforte. Sarebbe dovuta comparire nel suo ultimo album solista, “Double Fantasy”, pubblicato nel 1980, poco prima della morte, ma la canzone era stata scartata, lascia solo come bozza.

L’Intelligenza Artificiale ricostruisce la nuova canzone dei Beatles “Now and Then”

Screen del titolo della canzone
Screen del titolo della canzone (Blueshouse.it)

Se ne parlava già da diversi mesi, alla fine, la Apple ha deciso di fare questo regalo a tutti i fan sparsi per il mondo. I Beatles continuano ad attrarre, a conquistare gli ascoltatori di ogni generazione, anche dopo 50 anni, segno della loro influenza sulla musica contemporanea. Questa volta, il mito rivive in una bellissima ballata ricostruita al computer.

Arrangiata da Paul McCartney, Ringo Starr e George Harrison, negli anni ’90, pronta a essere inserita nel progetto “Anthology”, che ha dato alla luce tre cofanetti ricchi di vecchio e nuovo materiale, alla fine la canzone era stata scartata. Era previsto lo stesso lavoro che aveva dato alle stampe i brani “Real Love” o “Free as a Bird”, con la voce di Lennon, recuperate per l’occasione e registrate sul nuovo arrangiamento.

Tra le perle mai pubblicate da Lennon, alla fine della sua carriera, figurava anche “Now and Then”, scartata anche nel 1995, in occasione della tripla antologia perché poco soddisfacente dal punto di vista della sezione ritmica. Ora la canzone è stata recuperata e rimessa a nuovo grazie ai software di IA, già utilizzati nel documentario del 2021 “The Beatles: Get Back”, diretto da Peter Jackson.

Il lavoro della IA e il nuovo singolo da collezione

Anche il figlio di John e Yoko, Sean, ha presentato con emozione la nuova canzone, ricordando quando, nella seconda metà degli anni ‘70, suo padre, che si era isolato dal mondo, non faceva altro che scrive e suonare piano, nel suo appartamento di New York.

Recuperata nel 1994 da Yoko Ono, “Now and Then” era stata registrata su cassetta e consegnata direttamente a Paul McCartney. Tuttavia, all’epoca, nonostante le tecnologie moderne, non si era riusciti ad alzare il volume della voce di Lennon, senza alzare anche il volume del pianoforte.

Un disagio che, alla fine, aveva convito la band a lasciarla da parte. L’Intelligenza Artificiale oggi rende possibile l’impossibile, e ci dona un nuovo pezzo dei Bestles, leggende Ora e Allora. Il singolo è in vendita in 45 giri, CD e musicassetta, per tutti i collezionisti, accompagnato dal primo singolo del gruppo inglese “Love me do”, remixato per l’occasione.

Impostazioni privacy