Rose Villain, la canzone per la mamma che non c’è più: “C’entra anche Elisa. Vi svelo perché”

Rose Villain, la canzone dedicata alla mamma scomparsa qualche anno fa: “È coinvolta anche Elisa. Vi svelo il motivo”.

Rose Villain monet
Rose Villain: la verità sulla collaborazione con Elisa – Blueshouse.it

Nel corso del Festival di Sanremo 2024, la sua “Click boomsi è classificata al 23esimo posto. Ciò nonostante, basta sintonizzarsi su una delle tantissime frequenze radio esistenti per comprendere che il singolo, tra tutti quelli in gara nell’ambito della kermesse canora, è uno dei più ascoltati.

Rose Villain, cantautrice classe 1989, è un talento che si sta pian piano facendo spazio nel mondo della musica. E parallelamente al successo riscontrato dalle sue canzoni, ovviamente, prendono campo anche le curiosità concernenti la vita privata dell’artista.

Dopo avervi raccontato della relazione con il suo produttore discografico Sixpm – i due si sono sposati qualche anno fa, pur mantenendo il più stretto riserbo rispetto ai dettagli della loro relazione -, quest’oggi approfondiremo il rapporto che lega Rose Villain ad una persona che, purtroppo, non c’è più nella sua vita.

Rose Villain, la perdita della mamma e il ritorno alla scrittura. “Perché c’entra Elisa? Ve lo spiego”

Rose Villain mamma morta
Rose Villain: cosa c’entra Elisa con la mamma scomparsa? – Blueshouse.it

Ha perso sua mamma oramai qualche anno fa, e dopo la sua scomparsa non è più riuscita a scrivere canzoni per un lungo periodo di tempo. Ad averlo raccontato è stata Rose Villain stessa – nome d’arte di Rosa Luini – ai microfoni del podcast di Gianluca Gozzoli. La perdita della persona più importante della sua vita, apparentemente, l’aveva privata per sempre della sua vena creativa.

Solo dopo aver iniziato un percorso di terapia mi sono approcciata nuovamente alla scrittura“, ha svelato Rose Villain. Il singolo che ne uscì fuori fu proprio “Monet“: un brano pubblicato nel 2023, e che la vede collaborare con la cantante Elisa. Quest’ultima, come svelato dalla classe 1989, era l’artista preferita di sua mamma. E proprio ad Elisa si lega un aneddoto che Villain, ai microfoni di Gozzoli, non ha esitato a narrare.

Dopo aver scritto la prima strofa di ‘Monet’, l’abbiamo fatta ascoltare ad Elisa. Lei sparisce per tre giorni, poi mi manda un audio”. E fin qui, nulla di straordinario. Se non fosse per il fatto che il contenuto di quell’audio, come puntualizzato dall’interprete di “Click boom“, l’avrebbe fatta “piangere per tre giorni interi“.

Rose Villain in lacrime, la “colpa” è tutta di Elisa: “Non me lo aspettavo minimamente”

Nell’audio, Elisa mi diceva che si era permessa di scrivere la seconda strofa della canzone“. Ed anche questa informazione, a pensarci bene, non dovrebbe colpirci più di tanto. Eppure, come proseguito da Rose Villain, il fatto che l’artista preferita di sua madre si fosse interessata al suo singolo la sconvolse da capo a piedi.

Mi disse che l’aveva scritta pensando a sua mamma. Ma io non le avevo raccontato nulla della mia“. Questo, come puntualizzato dalla classe 1989, fu il motivo per cui scoppiò in un mare di lacrime, al solo ascoltare la strofa che Elisa si era permessa di aggiungere al suo brano. Una pura casualità, oppure nella collaborazione con Elisa ci fu proprio lo “zampino” della mamma adorata, che veglia ancora su di lei dall’alto?

Impostazioni privacy