Musica cantata o solo suonata: quale scegliere se il tuo obiettivo è concentrarti

Quando studi o devi fare qualcosa che richiede la tua concentrazione ti piace accompagnarti con della musica, ma qual è l’ideale? Scopriamolo

effetti benefici della musica
Come ascoltare la musica (blueshouse.it)

Un dibattito sempre molto discusso e soprattutto che non riesce mai davvero a mettere tutti d’accordo è quello che riguarda proprio la possibilità o meno di ascoltare la musica quando si è intenti a svolgere qualche azione, attività o ancora a raggiungere un obiettivo molto importante. D’altronde, come ben sappiamo, si parla spesso degli effetti benefici che proprio ascoltare le nostre canzoni preferite può avere su di noi e la nostra psicologia.

In particolare, però, oggi abbiamo deciso di soffermarci su un argomento molto più specifico di questo grande dibattito: una volta appurata, infatti, l’effettiva utilità che la musica può avere su di noi e la nostra salute mentale, c’è un altro aspetto da affrontare. Ovvero se è necessario prediligere quella con o senza testo per riuscire a concentrarsi al meglio: per scoprire la risposta continuate a leggere insieme a noi.

Concentrarsi con la musica, come fare

effetti benefici della musica
Come ascoltare la musica (blueshouse.it)

Iniziamo con il sottolineare quando pubblicato, ad esempio, da una rivista ovvero il Trends in Cognitive Sciences, secondo la quale numerosi pazienti sono riusciti a curare la propria ansia e dunque agitazione nella propria routine proprio grazie agli effetti della musica. Insomma, si tratta senza dubbio di una pratica molto diffusa, rilassante e soprattutto apprezzata da tutti. Ma se invece siete alla ricerca di qualcosa che vi aiuti a concentrarvi, magari perché dovete finire un’elaborato o terminare una sessione di studio in modo efficiente, c’è qualcosa che non dovreste mai dimenticare.

Ovvero che, almeno in questo caso, il nostro consiglio è quello di non ascoltare la propria canzone preferita perché, in questo caso, finiremmo per essere troppo coinvolti e trasportati dalla musica che abbiamo scelto. E, proprio per questo, a distrarci dal nostro obiettivo: la nostra concentrazione calerebbe subito e in modo anche irreparabile per il nostro obiettivo del momento.

Piuttosto, se siete alla ricerca di qualcosa che vi aiuti a concentrarvi e non volete in nessun modo rinunciare al valido aiuto che riuscite a trarre proprio dall’ascolto della musica, ciò che potrebbe fare al caso vostro è quello di ascoltare la cosiddetta “strumentale”. Vale a dire in cui vi è solo un sottofondo musicale privo però di parole che possano distrarvi o attirare la vostra attenzione. Secondo molti studi sembra che il genere più gettonato sia proprio quello classico.

Impostazioni privacy