Gli “scomparsi” della musica italiana. Li hai sentiti solo una volta, poi più nulla: che fine hanno fatto

Un tormentone estivo e magari anche una vittoria a Sanremo, poi le classifiche di vendita non li hanno più visti protagonisti. Sono le meteore della musica italiana.

meteore della musica italiana le lollipop
Le Lollipop, girlband attiva nei primi anni 2000 (Blueshouse.it)

Ci sono artisti che ci hanno fatto ballare per un’estate intera, quella dei Festivalbar in giro per le piazze italiane, o che hanno lasciato un segno indelebile negli annali del Festival di Sanremo. Artisti e brani che ricordiamo, magari anche anche tanto affetto, e che però sono diventate delle meteore della musica italiana.

Perché dopo quel brano le classifiche di vendita non li hanno più visti protagonisti, lo spazio è stato preso da altri cantanti, da altri generi musicali relegando loro negli angoli nascosti della storia della musica. Di storie del genere se ne potrebbero raccontare tantissime, ma il fato di fatto è che negli ultimi 20-30 anni queste storie si sono moltiplicate; i gusti cambiano più velocemente, la discografia è diventata sempre più spietata. Eppure siamo sicuri che anche solo a nominare questi artisti si accenderà la lampadina dei ricordi.

Le meteore della musica italiana, cantanti e canzoni che non dimenticheremo mai

valeria rossi di tre parole che fa oggi
Valeria Rossi, con la sua Tre Parole fece ballare e cantare l’Italia intera (Blueshouse.it)

Stefano Gentile e Marco Faragli vi dicono qualcosa? Era il due che componeva i 360 gradi, noto tra la fine degli anni Novanta e primi Duemila. Il loro tormentone estivo Sandra li ha portati a collaborare poi con produttori come Giancarlo Bigazzi. Mentre poco dopo il brano Giorno di sole è scelto da Antonio Ricci come sigla di apertura di Estatissima Sprint. Nel 2003 arriva anche la collaborazione con Fiorello e l’incisione del brano E poi…non ti ho vista più scelto come sigla di Viva Radio 2. Purtroppo per loro neanche l’appoggio dello showman è riuscito a risollevare le sorti della band.

Dammi tre parole: sole, cuore, amore“, se l’avete canticchiata è perché il brano super tormentone di Valeria Rossi non bè mai veramente passato di moda. Era l’estate del 2001, una delle tante del Festivalbar e sulle note di questa canzone abbiamo veramente ballato tutti, complici le rime e il balletto appositamente pensato. Rossi in quegli anni ha pubblicato 2 album, ma nessun brano è riuscito ad ottenere il successo di Tre Parole. nel frattempo ha continuato a bazzicare nella musica, tant’è che nel 2014 esce con lo pseudonimo di Mammastar e il brano la canzone di Peppa, ispirato a Peppa pig. Il target di riferimento era evidentemente cambiato.

Oggi sono un trio che fa serate in giro per l’Italia soprattutto in estate, ma nel 1999 ero in cinque; una sorta o quanto meno un tentativo di versione italiana delle Spice Girls. Stiamo parlando delle Lollipop, bandgirl formatasi mediaticamente grazie a Popstars, all’epoca condotto da Daniele Bossari. La loro Down, down, down magari la si ricorda ancora e per alcuni anni le 5 ragazze hanno davvero cavalcato l’onda. Il titolo della canzone però è stato molto profetico, a queste questo brano la posizione in classifica è sempre stata molto giù, giù, giù.

Non si possono non citare i Jalisse. Ora loro definirle meteore è difficile, parliamo di loro puntualmente ad ogni Sanremo e, quest’anno dopo 27 anni sono riusciti a tornarci. Non con un brano in gara certo, ma è pur sempre un ritorno in attesa che qualcuno creda di nuovo in loro. La loro Fiumi di parole resta comunque un must dei karaoke.

Meteore da Amici

Per ogni Emma, Elodie o Alessandra Amoroso che ce l’ha fatta c’è qualche ex alunno della scuola di Amici che invece ha cavalcato l’onda del successo nell’anno della vittoria e poi nulla più. I casi più eclatanti? Marco Carta e Valerio Scanu, le loro La forza mia e Per tutte le volte che riescono anche a portarsi a casa il leone con palma del Festival però da allora non li si è più visti in classifica e qualcuno ha avuto anche problemi giudiziari.

Impostazioni privacy