“Finiscimi”, a chi è dedicata la canzone d’amore di Sangiovanni per Sanremo

Il cantante Sangiovanni parteciperà all’imminente nuova edizione del Festival di Sanremo, dove porterà il brano “Finiscimi”, canzone d’amore dedicata all’ex.

Foto Instagram di Sangiovanni
Foto Instagram di Sangiovanni (Blueshouse.it)

Non c’è due senza tre, e così il cantante Sangiovanni porta il suo terzo brano dedicato a una ragazza che ha amato tanto. Questo è l’ultimo addio di Giovanni Pietro Damian, 21 anni, che fa ritorno per la terza volta al Festival canoro più importante d’Italia. Prima il brano “Farfalle”, nell’edizione del 2022, poi il duetto con Ariete nel 2023. Ora Sangiovanni si presenta con “Finiscimi”.

“La mia canzone è piena di nostalgia, è struggente, parla di qualcosa che è finita, e per andare avanti ho dovuto scrivere questa canzone” ha recentemente rivelato lo stesso autore, in un’intervista su RaiPlay. Tuttavia, aggiunge “Vorrei che ogni persona trovasse il suo significato, perché ne può avere diversi”. Si tratta di un pezzo d’amore dalle tante sfaccettature.

Il nuovo brano di Sangiovanni “Finiscimi”, una canzone d’amore in gara a Sanremo

Sangiovanni scrive una lettera d'amore
Sangiovanni scrive una lettera d’amore (Blueshouse.it)

La storia d’amore di cui parla Sangiovanni è quella con Giulia Stabile, la ballerina conosciuta nella scuola di “Amici”. Un amore profondo e travagliato, che gli ha spezzato il cuore. “È l’ultimo addio alla persona che ho amato, ma è anche un invito a crescere e a cambiare”. Insomma, si tratta di un pezzo autobiografico che rappresenta anche il desiderio di crescita, di diventare adulti.

Il cantante ammette di non voler cancellare il passato, o il contesto in cui è nato, ma soltanto di porsi agli occhi degli altri come una persona diversa, adulta. A 21 anni, Sangiovanni sente di essere cresciuto, per questo motivo “non sono più quello di Farfalle o di Malibù, non faccio più la stessa musica”. “Finiscimi”, dunque, metterà in luce un nuovo artista.

L’artista in una nuova veste sul palco dell’Ariston

In realtà, il brano non è stato accolto bene dalla critica specializzata che ha avuto modo di ascoltare i brani sanremesi in anteprima. Anzi, qualcuno di è anche andato giù pesante, definendolo “un brano noioso, banale e standardizzato, inoltre, è anche cantato male”.

Comunque sia, Sanremo rappresenta un bel contesto che unisce tutte le generazioni, e la sua canzone può essere sentita fortemente dai più giovani, i quali magari hanno trascorso gli stessi struggenti momenti di separazione dal proprio partner.

Appassionato anche di moda, Sangiovanni rivela che “La mia passione per la moda è nata tempo fa, ho capito che la moda era un’espressione d’arte tanto quanto le altre, e che poteva esprimere qualcosa alle persone”. Infine, il ragazzo ammette il desiderio di voler combinare qualcosa nel campo della moda, magari da accompagnare all’attività musicale. Intanto, il prossimo 6 febbraio, lo guarderemo esibirsi a Sanremo.

Impostazioni privacy