Angelina Mango canterà “La noia” con musica allegra: conquisterà l’Ariston in memoria del padre?

Angelina Mango arriva all’Ariston anche in memoria del padre: cosa vedremo a Sanremo: Non solo “La noia”

Angelina Mango Ariston padre
Angelina Mango ed il padre Pino (Blueshouse.it)

Sarà lei secondo l’intelligenza artificiale a vincere Sanremo 2024 con un grande esordio e una vittoria schiacciante su tutti i suoi colleghi. Parliamo di Angelina Mango, la giovane artista lucana che dopo l’esperienza ad “Amici” ha conquistato le classifiche italiane con alcuni tormentoni che hanno scandito in musica il 2023.

Ora si prepara ad un altro e importante passo: varcare l’Ariston, palco che anche suo padre, il compianto Pino Mango, ha calcato ben sette volte, l’ultima nel 2027 con “Chissà se nevica” classificandosi quinto, cantando, tra l’altro, il brano insieme alla mamma di Angelina, Laura Valente, nella serata dei duetti. Sua figlia ha deciso di omaggiarlo proprio nella serata delle cover con una delle sue canzoni più famose, “La rondine” accompagnata dal quartetto d’archi dell’orchestra di Roma.

Come nasce la canzone sanremese “La noia”

Angelina Mango La noia
La cover di Angelina Mango de “La noia” per Sanremo 2024 (Blueshouse.it)

Angelina Mango sul palco dell’Ariston porta “La noia”, un singolo super allegro, come ci ha abituato per altro, che pare aver molto colpito la critica al primo ascolto in anteprima, tant’è che oltre all’AI, anche i anche i bookmakers la indicano tra i nomi dei favoritissimi per la vittoria di Sanremo 2024. Il brano sanremese è scritto insieme a Madame e Dardust. Con loro, nei momenti di difficoltà, ha spiegato la cantante, si è esorcizzato con il divertimento, quello che poi è stato inserito nel suo brano.

Tutti e tre abbiamo vissuto vite che non ci hanno permesso di annoiarci molto eppure la noia è un qualcosa che, per chi lavora tantissimo, è addirittura uno stato ideale – ha svelato – Cantare di noia su una musica allegrissima è perfetto.” In continuità con questo mood la figlia di Pino Mango ha svelato ai microfoni di Radio Kiss Kiss che a pochi passi dall’Ariston sarà allestita la Noioteca di Angelina: un locale nel quale si scambia la noia per riempire le giornate con altro: “La mattina corsi di cucito a maglia, yoga, risveglio muscolare. Ci sarò anche io… ogni tanto. So già che me lo meriterò” ha anticipato.

Angelina Mango all’Ariston: la memoria del padre

Con Angelina Mango arriva sul palco dell’Ariston anche un po’ suo padre. Non solo per via dell’omaggio che lei gli dedicherà ma anche perché per molti la ragazza rappresenta la continuazione artistica di un uomo amatissimo che se ne è andato troppo presto. “Un inferno” per lei, come ha più volte detto, quando il padre è mancato. Ma Angelina ogni tanto ascolta le canzoni di papà? A volte sì ha detto sempre a Kiss Kiss, lo trova un momento bello nel quale può ascoltare ancora la sua voce: “l’eredità di mio padre non è solo fatta di musica, canzoni e cose di questo genere – ha puntualizzato – C’è molto, molto di più.”

Impostazioni privacy