C’è posta per te, il dramma di Tommaso e Maria: alla ricerca del figlio Agostino dopo 9 anni, le parole di lui gelano

La toccante storia raccontata da a “C’è posta per te” di due genitori ed un figlio che per nove anni non si sono visti né parlati. Succede di tutto da Maria De Filippi.

C'è posta per te, genitori contro figlio e nuora: Maria De Filippi mette la pace
Maria De Filippi (Blueshouse.it)

“C’è posta per te” offre spesso quello che alla gente piace vedere: ovvero storie di famiglie controverse, con i loro membri contrapposti da litigi e da rapporti troncati. E se poi si riesce a giungere ad una riconciliazione tanto meglio per lo share. È da una vita che Maria De Filippi ha improntato il suo show del sabato sera su questa strada.

E “C’è posta per te” non delude mai. In studio ci sono una madre ed un padre, Maria e Tommaso, che per nove lunghi anni non hanno più voluto saperne niente del loro figlio Agostino. Tutta colpa del matrimonio che quest’ultimo ebbe con Debora, invisa ai suoi genitori.

Agostino e Debora però hanno messo su una relazione felice e hanno avuto anche una figlia, che i loro nonni non hanno mai potuto conoscere. A “C’è posta per te” c’è allora modo di potere riparare, si spera. Oggi Agostino ha 31 anni e, come detto, è molto legato a sua moglie.

Ma alla madre di lui questa donna non piaceva, anche per il fatto che è più grande di suo figlio di cinque anni. Ne sono successe di cose prima che i ponti tra le parti crollassero: nel 2013 Debora resta incinta, perde la mamma ed i suoceri non vanno al funerale. Ma in ospedale Maria non viene accettata e non le viene permesso di vedere la nipotina neonata.

C’è posta per te, tutto risolto grazie a Maria De Filippi

C'è posta per te, genitori contro figlio e nuora: Maria De Filippi mette la pace
Maria De Filippi (Blueshouse.it)

Come è facile immaginare, tutto è precipitato da allora. Però adesso c’è voglia di fare pace. La prima a parlare è Maria, che a suo figlio dice di volergli bene e di pensare sempre alla loro nipotina. E gli chiede di dimenticare gli errori compiuti da loro. Maria si rivolge anche alla nuora, chiedendole le stesse cose.

Stessa cosa fa Tommaso. La risposta di Agostino è stata forte, con quest’ultimo che ha tenuto a precisare alcuni dettagli di quello che è il racconto che i suoi genitori avevano fatto alla De Filippi per partecipare a “C’è posta per te”. Ad esempio loro avrebbero detto di avere pagato al figlio il viaggio di nozze, invece Agostino tuona e sostiene che ha speso tutto di tasca sua.

E lui rimarca anche la brutta figura fatta dai genitori in merito al non essersi presentati al funerale della madre di sua moglie. E poi c’è dell’altro: Maria e Tommaso gestivano un bar ed anziché darlo ad Agostino hanno preferito chiudere l’attività. “Sono loro figlio ma di fatto mi hanno licenziato”.

Parla anche Debora, che svela come lei non si sia mai sentita accettata. Sulle prime Agostino è risoluto nel non volere mai più sentire parlare dei suoi genitori. Invece l’insistenza soprattutto di Tommaso, che ammette con forza che lui e la moglie hanno sbagliato e che ci sarà tempo per rimediare, e l’intervento saggio di Maria De Filippi convincono Agostino e Debora a cedere, ad aprire la busta ed a provare a ricominciare tutti insieme da zero.

Impostazioni privacy