Micol Olivieri, il vuoto che sente da tutta la vita: “Me lo ha causato mio padre. Ma ci ho fatto i conti”

Micol Olivieri si è aperta come non mai, confessando il difficile rapporto con il padre, che ha segnato per sempre la sua esistenza. Le rivelazioni sono drammatiche.

Micol Olivieri
Micol Olivieri, l’attrice (Blueshouse.it)

Con alle spalle un passato importante da attrice, Micol Olivieri è ricordata per la sua interpretazione ne “I Cesaroni”, dove ha vestito i panni di Alice per anni. Chiusa quella parentesi, si è spostata dai set ai social, affermandosi come seguitissima content creator, attività che porta avanti in parallelo con la gestione della sua famiglia. La classe 1992, nel 2014 ha sposato Christian Massella, calciatore nella vita, con cui ha avuto i figli Arya e Samuel.

Ormai lontana dalla televisione da anni, di tanto in tanto la Olivieri torna sugli schermi per raccontare la sua vita e la sua esperienza da attrice. Di recente, è stata protagonista di una lunga intervista in cui si è aperta su aspetti molto privati della sua esistenza, parlando anche del complicato rapporto con il padre.

Micol Olivieri e il difficile rapporto con il padre: la confessione drammatica

Micol Olivieri
Micol Olivieri, la confessione (Blueshouse.it)

Intervistata ai microfoni di “No Lies Podcast”, Micol Olivieri si è aperta come non mai. L’attrice non solo ha ripercorso le tappe del successo, ma ha anche parlato della sua sfera privata e del difficile rapporto con il padre.

Micol ha confessato come da sempre abbia avuto delle grandi difficoltà con lui, a differenza invece della madre, sua colonna portante di vita. L’attrice ha riconosciuto come il padre abbia avuto dei limiti, dettati dai suoi problemi personali, che l’hanno portato a non esserci per lei. Per via del suo rapporto turbolento con i genitori, non è riuscito a essere un esempio, lasciandole un vuoto incolmabile.

Micol Olivieri, la sua visione sulla fama

Micol è approdata sugli schermi quando aveva 8 anni, arrivando nel cast de “I Cesaroni” intorno ai 12 anni. Malgrado la felicità per quell’impegno, l’attrice ha sacrificato molto di quegli anni spensierati, ritrovandosi in una macchina organizzativa gigante, seguendo dei ritmi di lavoro super intensi che l’hanno portata sul set perfino con la febbre (scopri qui una patologia di cui la classe 1992 ha sofferto).

Da sempre, Micol non si è sentita parte del mondo dello spettacolo. Malgrado i lustrini apparenti, è sempre rimasta colpita dai tanti personaggi costretti a prendere gli antidepressivi. Inoltre, fin da subito ha avuto la consapevolezza che il successo, se non gestito bene, può avere delle pesanti ripercussioni.

Impostazioni privacy