Francesca Pascale: “Con Berlusconi una coppia aperta, sapeva che mi piacevano le donne”

Le parole rilasciate da Francesca Pascale a “Belve” approfondiscono degli aspetti della sua passata relazione con Silvio Berlusconi che nessuno conosceva.

Francesca Pascale su Berlusconi, la loro era una coppia aperta e lui sapeva delle preferenze di lei
Francesca Pascale (Blueshouse.it)

Nella puntata di “Belve andata” in onda martedì 30 aprile, Francesca Pascale si è aperta con sincerità di fronte a Francesca Fagnani, affermando di essere profondamente legata a Silvio Berlusconi e condividendo con commozione i ricordi del loro lungo rapporto.

Il desiderio di conoscere Berlusconi era stato coltivato da Francesca per anni, finché finalmente ebbe l’opportunità di incontrarlo e di entrare nella vita dell’ex leader di Forza Italia in modo travolgente. Francesca ha descritto Berlusconi come una persona straordinaria, anche dal punto di vista fisico.

E ha sottolineato la gratitudine totale che prova nei confronti dell’uomo che le ha permesso di realizzare tutti i suoi sogni. Lo ha definito il suo migliore amico, il padre che avrebbe voluto avere, un amante perfetto ed il suo maestro.

Sempre a “Belve” Francesca Pascale ha condiviso i suoi ricordi dei primi tempi della relazione con Berlusconi, quando aveva appena vent’anni e lui cinquantanove. Nonostante la grande differenza d’età, Francesca non ha mai sentito che questo fosse un problema.

Francesca Pascale: “Berlusconi sempre bravo a mettermi a suo agio”

Francesca Pascale su Berlusconi, la loro era una coppia aperta e lui sapeva delle preferenze di lei
Francesca Pascale e Francesca Fagnani (Blueshouse.it)

E nonostante i timori e le preoccupazioni dei suoi genitori, che erano incuriositi dalla situazione, Francesca ha ricordato di non aver mai avvertito alcun disagio, nemmeno fisico, legato all’età del suo compagno. Secondo lei, la grossa differenza di anni (49 anni) non ha mai rappresentato un ostacolo nel loro rapporto.

La 38enne di Napoli ha sottolineato come diventare la fidanzata di Berlusconi abbia cambiato completamente la sua vita. Lei ha ammesso di essere stata attratta dalla complicità e dall’affetto che condivideva con lui, una complicità che raramente si riscontra nelle altre coppie.

Il loro rapporto è sempre stato aperto, e nonostante le frequentazioni di Berlusconi con altre donne, Francesca ha affermato di non aver mai avvertito mancanza di rispetto da parte sua, un aspetto fondamentale per lei. Sebbene ci fossero altre donne nella vita di Berlusconi, il loro letto non era affollato.

Francesca ha specificato che le frequentazioni del suo compagno non erano solo di natura sentimentale, ma facevano parte di un accordo reciproco di apertura nella relazione. Nonostante ciò, Francesca ha dichiarato di non aver mai sentito la necessità di cercare altre persone, poiché Berlusconi era pienamente consapevole della sua bisessualità fin dall’inizio.

“Già da subito sapeva delle mie preferenze”

Questo era così evidente che nasconderlo sarebbe stato imbarazzante. Francesca ha sottolineato che non è diventata lesbica dopo l’inizio della loro storia, ma che le sue preferenze di genere erano chiara sin dall’inizio. Inoltre, ha condiviso che Berlusconi era un grande liberale e scherzava sul fatto che anche lui fosse “un po’ lesbica”, un commento che Francesca ha compreso e accettato.

Le parole di Francesca Pascale hanno offerto uno sguardo intimo sulla sua relazione con Silvio Berlusconi. Ha parlato apertamente dei momenti felici e delle dinamiche della loro storia, rivelando una profonda complicità ed un rapporto basato sulla fiducia reciproca.

Anche se di critiche verso Berlusconi nella sua vita pubblica ce ne sono sempre state, Francesca Pascale ha voluto condividere il lato privato dell’uomo che ha conosciuto e amato, sottolineando il suo impatto positivo sulla sua vita. La sua testimonianza rappresenta un’esperienza personale unica e offre uno spaccato interessante sulla complessità delle relazioni umane.

Dopo la Pascale, che si era legata a Paola Turci, Berlusconi ha trovato una compagna più giovane. Ovvero Marta Fascina, che a Natale scorso aveva fatto una tenera dedica a Silvio. Quest’ultimo era morto nello scorso mese di giugno a causa di una malattia molto grave.

Impostazioni privacy