Flavio Insinna, l’epilogo dopo l’addio a l’Eredità: cosa succede ora al presentatore

Flavio Insinna dopo il saluto a L’Eredità saluta per un po’ la tv e torna in teatro, primo grande amore. Lo spettacolo, che ha debuttato a Roma, girerà l’Italia.

flavio insinna a teatro
Flavio Insinna trona a teatro (Blueshouse.it)

Il saluto di Flavio Insinna a L’Eredità, di cui aveva preso le redini dopo la scomparsa di Fabrizio Frizzi, aveva preso spazio per alcuni giorni. Si era sperato fino alla fine che il conduttore tornasse al timone del programma e il suo nome era tornato in ballo quando da Benijay Italia erano trapelate indiscrezioni e preoccupazioni sulla conduzione affidata a Pino Insegno scelto dalla Rai.

Eppure niente, Insinna il programma lo aveva salutato e nessuno, né lui né l’azienda, sono tornati sui propri passi. Messa da parte questa esperienza di carriera, Flavio Insinna torna al grande amore, il teatro con uno spettacolo di Nino Manfredi che ha già debuttato al Teatro Argentino di Roma e che ha conquistato pubblico e critica.

Flavio Insinna a teatro con “Gente di facili consumi”

flavio insinna gente di facili consumi
Flavio Insinna con la collega di palco Giulia Fiume (Blueshouse.it)

Uno spettacolo teatrale che risale del 1988 e riportato in scena in questa stagione teatrale; Gente di facili costumi è una commedia cult in cui si racconta le gesta di Ugo, scrittore sessantenne squattrinato, che per tirare avanti scrive sceneggiature di serie B. Viva da solo in un appartamento in affitto che gli provoca insonnia a causa dei rumori notturni dell’inquilina del piano di sopra, Anna, giovane prostituta siciliana.

Una sera Ugo va dalla vicina per convincerla a smettere il mestiere e ne viene fuori tra i due uno scontro tra mondi diversi, destinati però a sopportarsi a causa di una convivenza forzata.

Flavio Insinna veste i panni di Ugo, che furono di Nino Manfredi, mito del cinema e teatro italiano del Novecento che pure deve aver conosciuto e apprezzato, lui che ha studiato al laboratorio teatrale di Gigi Proietti. Anna è invece interpretata da Giulia Fiume, ruolo che invece fu di Paola Villoresi. Per Insinna, inoltre, non deve essere stato facile mettersi nei panni del grande attore, soprattutto se si pensa che a dirigerlo c’è il figlio Luca Manfredi e che alla prima in platea c’era anche Nino Marino che insieme a Manfredi scrisse lo spettacolo.

L’annuncio della tournée

Lo spettacolo ha debuttato il 4 gennaio al teatro Argentina di Roma ed è già un successo di pubblico e critica. Successo che è confermato dallo stesso protagonista. Insinna ha, infatti, pubblicato un post in cui insieme alla collega di scena e in costume annuncia la tournée da nord a sud Italia.

Impostazioni privacy