Andrea Delogu, l’infanzia non facile e la terapia: “Cosa faccio oggi nei momenti bui”

Andrea Delogu: dall’infanzia alla terapia. La conduttrice si racconta a cuore aperto e svela molti aspetti della sua vita mai rivelati prima

Andrea Delogu infanzia terapia
Un frame di Andrea Delogu mentre parla ai microfoni di One More Time (Blueshouse.it)

Andrea Delogu a cuore aperto si è raccontata come forse non aveva mai fatto prima d’ora. La conduttrice televisiva, a One More Time, il podcast di Luca Casadei, ha parlato della sua infanzia trascorsa a San Patrignano. Un’esperienza di cui è “grata” anche se non ama chi usa lo stigma di “ex tossicodipendente”. Lei, infatti, è nata e cresciuta in comunità perché figlia di una coppia di tossicodipendente e qui ha deciso poi di fermarsi per lavorare.

Prima di entrare a San Patrignano – ha precisato infatti – le persone sono tossicodipendenti poi, una volta entrate, fanno un percorso e diventano ospiti della comunità in cui vivono e creano delle relazioni”. La Delogu ha ammesso di non aver avuto un’infanzia facile svelando quali sono i retroscena che oggi la contraddistinguono.

Andrea Delogu: dall’infanzia alla terapia, la verità

Andrea Delogu momenti bui
Andrea Delogu in uno scatto su Instagram (Blueshouse.it)

Una bimba molto inquieta era da piccola Andrea Delogu, caratteristica che non è cambiata nel tempo anche se un po’ è stata limata. La conduttrice ha ammesso di averci lavorato anche se oggi lei, come tutti, ha i suoi momenti bui. Cosa fa in queste occasioni? Piange nella doccia ascoltando Max Pezzali, anche se, dice “mi aggrappo sempre all’idea che dopo si sta meglio”.

Oggi il passato è rimasto alle spalle per la rossa della televisione italiana che è felice con il suo fidanzato nonostante i 15 anni di differenza. Lei ha rivelato di essere in analisi da circa 10 anni: “Mi sono resa conto che se impari dalla sofferenza, le cose cambiano. Quando invece non riesci a guardare in faccia il dolore, e lo nascondi, allora marcisce… Ma marcisce dentro di te!”. Un percorso che le ha permesso di guardarsi dentro e di rimarginare molte cicatrici ammettendo che se tutti potessero farlo, il mondo cambierebbe. E’ consapevole però che non tutti oggi possono permetterselo perché i costi sono alti ed il bonus dedicato alle sedute di psicologia copre pochissime spese. Lei, in primis, non poteva farlo. Come ha ovviato? Con il teatro, la cosa più vicina all’analisi che l’ha salvata.

Delogu e la politica

Spazio anche alla politica nel racconto di vita di Andrea Delogu. Oggi è un argomento quasi tabù per la conduttrice che non ne vuole proprio sapere anche se da ragazzina, dice, “mi esponevo, dibattevo”. Un percorso che la portava a stare malissimo, anche dal punto di vista fisico, motivo per cui ha deciso di abbandonare perché “non vale la pena perdere la serenità per urlare contro un muro”. Su Mattarella però si esprime con parole di stima e apprezzamento, ammettendo di ammirarlo molto per la sua cultura e l’aplomb.

Impostazioni privacy