Amadeus svela: “Il mio primo Sanremo? La Rai me l’ha chiesto perché non aveva trovato altri”. Il motivo non lo sapeva nessuno

Amadeus: perché è stato scelto dalla Rai per fare Sanremo: rivelazione che lascia di stucco. Da sfavorito e mattatore assoluto

Amadeus Sanremo scelto perchè
Il conduttore Amadeus (Blueshouse.it)

Amadeus, senza dubbio, ha scritto la storia del Festival di Sanremo. Conduttore e direttore artistico che ne ha risollevato le sorti, dopo un periodo di relativo affievolimento dell’interessamento da parte del pubblico e degli artisti. Ama ha reso Sanremo di nuovo di tutti, amato da giovani e meno giovani, facendo in modo che gli artisti facessero a gara per parteciparvi.

Un lavoro lungo ben cinque anni il suo che è passato anche attraverso la difficile edizione del Covid, senza pubblico, ma anche quella, come tutte le altre, è stata un grande successo. Ma sapete come è iniziato tutto? A rivelarlo è stato proprio il noto conduttore.

Amadeus: “Nel 2020 non hanno trovato altri”

Amadeus sfavorito Sanremo motivo
Amadeus alla conduzione di Sanremo (Blueshouse.it)

Amadeus ha incrociato il suo cammino professionale con quello del Festival di Sanremo probabilmente quasi per caso. Lui non era il super favorito a cui affidare la kermesse nel 2020 ma è stato, per i vertici Rai, quasi un ripiego. È stato proprio lui a raccontarlo ai microfoni di Bsmt all’indomani dell’edizione 2024, la quinta ed ultima per l’Ama nazionale.

“Io sapevo che quando me l’han chiesto non hanno trovato altri – ha rivelato – sapevo che c’era nei pensieri altro, che la Rai andava in altre direzioni che poi evidentemente non si sono concretizzate ma io sapevo”. Un’ammissione forte e anche importante quella fatta dal conduttore che ha svelato di essere stato chiamato quasi all’ultimo. Quando? Il 2 di agosto, alla vigilia delle ferie estive, quando tutti si fermano. Questo, ovviamente, significa una cosa sola: iniziare a lavorare a settembre. “Se vieni chiamato il 2 di agosto vuol dire che ti è saltato qualcuno prima” ha detto con molta ironia Amadeus.

Da sfavorito a campione di ascolti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianluca Gazzoli (@gianlucagazzoli)

Amadeus ha ammesso di essere consapevole che la scelta, caduta su di lui, per la conduzione del Festival di Sanremo, fosse stata quasi un ripiego ma per lui non è mai stato un problema. “Ma la sono goduta sempre facendo il confronto con il calcio: quando un giocatore dà forfait, ti dicono alzati e giochi tu”. Il conduttore ha svelato di non aver lavorato nell’ottica di dimostrare che lui fosse la persona giusta: “Io me la gioco con serenità. Ho fatto Sanremo 2020 consapevole che sarebbe stato l’unico Festival e che non ce ne sarebbero stati altri e per questo l’ho fatto come avrei voluto farlo e me lo sono goduto”.

Amadeus non avrebbe immaginato di fare il boom di ascolti registrato in quell’anno ma era stato molto contento del fatto che il pubblico aveva gradito quello che aveva costruito e questo gli ha dato una grande serenità. Da quel momento in poi tutto è cambiato, e proprio lui che era stato scelto come piano b ha cambiato per sempre le sorti del Festival di Sanremo.

Impostazioni privacy