Rischio infarto: quanti scalini fare al giorno

Sono sempre più comuni i rischi di infarto per le persone ma è possibile ridurli attraverso semplici attività fisiche non stancanti

Salire scale infarto rischio pericolo
Infarto (Foto Adobe)- Inran.it

L’attività fisica se fatta in modo continuo e coerente riduce fortemente il rischio di incorrere in infarti. Sono soprattutto le persone oltre i 60 anni coloro che possono cadere in questo rischio anche per la vita sedentaria o per ciò che mangiano e soprattutto per quanto fumano.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito secondo degli studi che è consigliabile effettuare 150-300 minuti di attività fisica ogni settimana o almeno dai 75 ai 150 minuti al giorno di esercizi fisici. Importante inoltre è seguire un bel programma fatto di camminate giornaliere che oltre a riattivare il sistema respiratorio aiutano quello cardio-vascolare.

Quindi per tenere sempre in forma il proprio cuore e riattivare la velocità del sangue e non rischiare di avere un infarto fa bene una camminata al giorno con circa 7.000 passi al giorno.

Salire le scale riduce il rischio infarto

Salire scale infarto rischio pericolo
Rampa di scale-(Foto Adobe)- Inran.it

Un infarto può capitare a chiunque e i sintomi si avvertono anzitempo e se si riesce a capire è possibile salvare l’individuo. Ma prevenire è meglio che curare ed i medici di tutto il mondo sono sempre molto attivi per cercare di risolvere questo problema. Innanzitutto con l’attività fisica senza necessariamente la prescrizione di farmaci.

In Gran Bretagna i ricercatori della Tulane University dopo dei test esercitati su un campione di circa 450 mila individui ha evidenziato che tra coloro che avevano la costante abitudine di salire e scendere le scale il rischio infarto si riduceva di circa il 20%.

Quindi oltre che effettuare semplici ma intense camminate è consigliabile salire le scale per far star bene il proprio cuore.

Quanti gradini al giorno?

Secondo le stime effettuate sarebbe consigliato percorrere almeno 50 scalini al giorno tra discesa e salita ossia 10 gradini per rampa. La riduzione è del 32%  secondo gli studi dei ricercatori. Come sottolinea inoltre il professor Lu Qi “esercitarsi è un modo efficiente in termini di tempo per un netto miglioramento della forma cardiorespiratoria e il profilo lipidico soprattutto tra coloro che non sono in grado di raggiungere le attuali raccomandazioni sull’attività fisica. Questi risultati mettono in risalto i grandi vantaggi di esercitarsi con le scale come misura preventiva primaria per l’ASCVD nella popolazione generale”. 

Quindi anche chi esce tranquillamente a fare la spesa o chi torna a casa da lavoro potrebbe pensare di salire la scale per poter evitare il pericolo di cadere in pericolose situazioni del nostro cuore.

Calano anche le possibilità di ictus o malattie coronariche che sono classificate come le principali causa di morte nel mondo.

Impostazioni privacy