“Non riesco più a fingere che vada tutto bene”, Sangiovanni annuncia il ritiro (Momentaneo?)

Con un lungo post su Instagram, Sangiovanni ha annunciato lo stop. Il giovane artista aveva accennato al periodo non facile già a Sanremo, ma adesso ha preso la sua decisione. Rimandati anche il lancio dell’album e il tour.

sangiovanni annuncia ritiro
Sangiovanni ha annunciato lo stop momentaneo dalla musica (Blueshouse.it)

Come stai Sangio?“, la domanda gli era arrivata già a Sanremo durante le mattina di conferenza stampa, e già in quell’occasione Sangiovanni aveva accennato al fatto che questo non fosse un bel momento e soprattutto sereno della sua vita. La semplice domanda si era trasformata nella domanda più difficile a cui rispondere: “Non so dirlo. Non sono una persona che sta bene mentalmente, ma provo a stare meglio con la musica“.

Già in quell’occasione il giovane artista aveva portato a Sanremo l’importanza della salute mentale di cui si parla sempre troppo poco e che colpisce sempre di più le giovani generazioni -secondo gli ultimi dati raccolti da Unicef Italia, il 39% dei giovanissimi soffre di ansia e depressione. A pochi giorni dalla fine del Festival, Sangio ammette di essere arrivato al suo limite e con un lungo post su Instagram annuncia lo stop.

Ha deciso di fermarsi e guarire, Sangiovanni. Ricordandoci che siamo tutti fragili.

Lo stop di Sangiovanni ci ricorda cosa conta davvero e quanto sia importante la salute mentale

sangiovanni rimanda disco e tour
Lo foto annuncio di Sangiovanni (Blueshouse.it)

Dire la verità è importante, bisogna accettare quello che si è“. Inizia con questa parole il post in cui Sangio annuncia il ritiro. Un discorso che può sembrare arrivare come un fulmine a ciel sereno, ma che è il giusto epilogo di una giovanissima persona che ha capito quali sono i suoi limiti e che per salvarsi, a volte, bisogna fermarsi e chiedere aiuto.

Non riesco più a fingere che vada tutto bene e che sia felice di quello che sto facendo. A volte bisogna avere il coraggio di fermarsi e sono qui per condividere con voi che ho deciso di farlo“. E di coraggio Sangiovanni ne ha avuto molto, perché ancora nel 2024 ammettere di avere problemi di salute mentale è un tabù. Ha avuto coraggio perché, in una società che ci chiede ogni giorno di fare, di stare al passo, lui ha capito ed accettato che non è necessario essere sempre all’altezza e, in ogni caso, per farlo bisogna stare bene.

Si ferma, quindi, e rimanda tutto: il lancio di Privacy il nuovo disco, così come il concerto del 5 ottobre all’Assago, segno questo che il periodo di stop non ha una data di scadenza e che il giovane cantante vuole rimettersi davvero in forma prima di tornare a fare musica per mestiere.

Sangio non lascia la musica, anzi vuole trovare in esse una cura

Nel post Sangiovanni precisa anche che questo non è un addio definitivo alla musica. Anzi, scrive, “credo tanto nella mia musica e in questo progetto […] Continuerò a scrivere e stare in studio perché fa parte del mio benessere“. Musica come terapia, quindi, prima di pensare alla musica come fonte di guadagno.

Sangiovanni si ferma, quindi, e ci ricorda cosa conta davvero nella vita.

Impostazioni privacy