Lutto nella musica italiana: terribile tragedia per la famiglia Ramazzotti

È morto nelle scorse ore Rodolfo Ramazzotti, padre del cantante Eros e nonno di Aurora: ad annunciarlo è stato proprio il cantautore romano.

Eros e Aurora Ramazzotti
Eros e Aurora Ramazzotti, lutto per il cantante (Blueshouse.it)

Lutto per Eros Ramazzotti. Il cantante ha perso il papà Rodolfo, spentosi all’età di 87 anni. Ad annunciarlo è stato lo stesso Ramazzotti, circa un’ora fa, sul proprio profilo Instagram attraverso una foto condivisa sulle Storie di Instagram.

Una foto del passato accompagnata dalla didascalia: “Ciao pà” con le emoji dei cuoricini, uno dei quali spezzato. Anche la nipote Aurora ha condiviso una foto del nonno fra le Storie di Instagram, uno scatto di anni fa che ritrae la piccola Aurora in braccio a nonno Rodolfo.

Lutto per Eros Ramazzotti, morto il papà Rodolfo

Eros Ramazzotti
Eros Ramazzotti, la foto pubblicata per annunciare la scomparsa del padre (Blueshouse.it)

Il cantante Eros Ramazzotti ha annunciato, circa un’ora fa, la morte del padre Rodolfo Ramazzotti, deceduto all’età di 87 anni. Il triste annuncio è arrivato con una foto pubblicata sui social network: Ramazzotti ha postato, fra le Storie di Instagram, uno scatto di tanti anni fa che lo ritrae da bambino insieme al padre, poi la scritta: “Ciao Pà“, titolo di un suo celebre brano uscito nel 1987.

La figlia Aurora ha anche pubblicato una tenera foto da bambina insieme a nonno Rodolfo scrivendo: “Guardo questa foto e non riesco a trattenere le lacrime. Mi sembra quasi di vedere mio figlio tra le tue braccia, sono contento che tu sia riuscito a conoscerlo, ci mancherai tanto. Fai buon viaggio nonno, non eravamo pronti a salutarti“.

Il pensiero durante il Festival di Sanremo

Eros era molto legato a mamma Raffaella, scomparsa nel 2002, e papà Rodolfo. Proprio nelle scorse settimane, durante la sua partecipazione al Festival di Sanremo come superospite, aveva voluto fare una dedica speciale al padre ringraziandolo per la voglia e la forza che gli aveva dato in questi anni per continuare a lottare senza mai chiudergli le porte. “Questo – aveva proseguito il cantante sul palco del Teatro Ariston – è un messaggio rivolto a tutti i genitori, i quali dovrebbero lasciare libero arbitrio ai propri figli almeno per provarci“.

Impostazioni privacy