Golden Globe 2024, “Io Capitano” di Garrone tra i candidati: quali sono gli altri film in gara

Il film Io Capitano di Matteo Garrone arriva alla nomination per i Golden Globe. Dopo i successi già ottenuti, ora il regista spera negli Oscar.

io capitano golden globe 2024 matteo garrone
Il regista Matteo Garrone il cast del film alla presentazione di Venezia 80 (Blueshouse.it)

 

La storia di Seydou e Moussa arriva oltre Oceano e conquista. Il racconto dell’odissea contemporanea che migliaia di persone vivono ogni anno e incisa su pellicola da Matteo Garrone si prende anche la nomination ai Golden Globe 2024, i premi della stampa estera ad Hollywood.

Io Capitano è il racconto di uno dei tantissimi viaggi della speranza di cui sentiamo parlare ogni giorno; Garrone si concentra su due giovani migranti che lasciano Dakar, la capitale del Senegal loro terra natìa, e attraversano il deserto, l’orrore dei campi di detenzione libici, il Mediterraneo per riuscire poi ad arrivare sulle nostre coste. Una storia finta e vera allo stesso tempo, perché vera è l’odissea che i migranti vivono quando scappano dalle loro case nella speranza di trovare un futuro migliore.

Dopo i tanti successi ottenuti in Italia e in Europa, tra cui segnaliamo il Leone d’argento alla regia  e il Leone d’oro al miglior film a Venezia 80 e l’European film award per il miglior film, Io Capitano è sbarcato in America ha conquistato la critica e si è preso un posto nella lista dei miglior film stranieri ai Golden Globe 2024. Non si può già parlare di vittoria, le altre pellicole sono infatti di tutto rispetto.

Io Capitano ai Golden Globe, le altre pellicole in gara

matteo garrone io capitano america
Matteo Garrone e i due protagonisti ad una proiezione a LA (Blueshouse.it)

 

Nelle scorse settimane Matteo Garrone e i due protagonisti di Io Capitano sono stati proprio in America dove è approdato il tour di presentazione della pellicola che qui da noi ha girato un po’ tutto lo stivale. La pellicola deve proprio aver conquistato un paese come gli USA che nel sud a confine con il Messico vivono grandi flussi migratori, così nelle scorse ore, quando è stata rilasciata la lista delle candidature, è arrivata la sorpresa con l’inserimento del film del regista romano.

Gli altri candidati per i migliori film stranieri ci sono: Anatomia di una caduta, pellicola francese che si ritrova anche nella categoria per Miglior film drammatico; c’è poi il finlandese Foglie al vento; l’americano Past Lives; Society of Snow spagnolo; Zona d’interesse coproduzione USA e Uk.

La cerimonia si svolgerà il prossimo 7 gennaio al Beverly Hills Hotel di Los Angeles e si tratta dei primi Golden Globe dell’era moderna, quella cioè dopo gli scandali che hanno travolta l’associazione dei giornalisti – accusata di favoritismi e discriminazione– e soprattutto dopo l’acquisizione del marchio da parte della potente Dirk Clark Production che si occupa dell’organizzazione di grandi show televisivi. Più in generale, come volevasi dimostrare, questo è l’anno di Barbenheimer i due blockbuster che hanno fatto i maggior incassi mondiali, tutte le nomination alle varie categorie le trovate a questo link.

Profumo di Oscar?

Da quando esistono, ormai 81 anni, i Golden Globe sono un po’ un annuncio di quella che sarà la lunga notte degli Oscar i premi più ambiti della cinematografia. Spesso non solo le liste dei candidati, ma anche quelle dei vincitori hanno combaciato. Viene, quindi, spontaneo pensare e sognare che il viaggio americano di Io Capitano, vada come vada, non si fermerà solo ai Golden Globe 2024.

Impostazioni privacy