Gigi D’Alessio, per il cantate guai con il Fisco. Il suo nome spunta nelle intercettazioni di un’inchiesta

Guai con il Fisco e non solo per Gigi D’Alessio. Il suo nome salta fuori nelle intercettazioni di un funzionario arrestato ad Aprile.

Gigi d'alessio finisce nei guai con l'agenzia delle entrate
Gigi D’Alessio potrebbe finire nei guai con il Fisco, disposti approfondimenti (Blueshouse.it)

Gigi D’Alessio potrebbe finire nei guai con il Fisco. Il suo nome salta fuori in un’intercettazione legata ad un funzionario dell’Agenzia arrestato lo scorso Aprile con l’accusa di corruzione.

Si tratta di Riccardo Cameo, finito ai domiciliari su richiesta de PM Claudio Villani che segue le indagini insieme ad altri tre dirigenti dell’Agenzia. Un’indagine per corruzione che vede coinvolti in tutto 30 persone, tra cui alcuni tributaristi che si sarebbero rivolti a Cameo per sistemare le cartelle esattoriali dei loro clienti.

È qui che compare il nome del cantante napoletano. A parlarne è lo stesso Cameo in una conversazione con la tributarista Maria Grazia Durantini e la nipote, Sonia Donzetti e carpita in una intercettazione ambientale dagli investigatori: “Dopo la pratica di…come si chiama quel cantante là? Eh sì, Gigi D’Alessio…so’ rimasto scioccato proprio…ho pensato che me venivano ad arresta’, ogni volta che passava la polizia…eh…avevo preso 20mila euro per risistemargli tutto“.

La squadra mobile annota come, nello studio della Durantini, sia stato lo stesso indagato a lasciarsi andare al racconti di passati episodi di corruzione che lo hanno visto coinvolto negli anni passati e di come, proprio a seguito dell’episodio di D’Alessio, avesse paura di essere scoperto. “Gli avevo riaggiustato la dichiarazione dei redditi, non è che non lo avevo fatto pagare“, riferisce ancora parlando del cantante.

La replica di Gigi D’Alessio: “Sono tutte falsità”

gigi d'alessio inchiesta agenzia delle entrate sul patrimonio
Gigi d’Alessio replica alle accuse emerse dall’indagine (Blueshouse.it)

A seguito della comparsa di D’Alessio nelle conversazioni di Cameo, la Mobile ha avviato una serie di controlli fiscali sul passato del cantante. È effettivamente emerso che, negli anni 2016-17, il cantante sia finito in una serie di inchieste in relazione alla commissione di reati contabili connessi alla società Ggd srl di cui D’Alessio è socio unico. I procedimenti sembrano in parte archiviati e “non si può escludere -scrivono nel rapporto quelli della Mobile- che la condotta riferita da Cameo si avvenuta proprio nel suddetto periodo temporale“. In ogni caso si richiedono maggiori approfondimenti.

Nel frattempo non si è fatta attendere la replica di Gigi D’Alessio che, tramite una nota ufficiale, si dice estraneo ai fatti. “Le dichiarazioni di un signore che non conosco e con il quale non ho mai avuto rapporto […] sono assolutamente false e frutto della fantasia di tale soggetto“.

Gigi D’Alessio, “agirò per vie legali”

I presunti fatti che si riferisce su di me -aggiunge ancora il cantante- non sono mai avvenuti e non appartengono al mio stile di vita“. Si dice, quindi, totalmente estraneo ai fatti il cantante che parla di falsità nei suoi confronti. Accuse che non è disposto ad accettare e, in conclusione della nota, il cantante partenopeo fa sapere di aver già dato mandato ai suoi legali per presentare querela all’Autorità Giudiziaria.

Impostazioni privacy