Ancona Jazz compie 50 anni: dal 1 al 3 marzo concerti per festeggiare l’evento irripetibile

L’Ancona Jazz spegne le 50 candeline e per festeggiare offre, come sempre, un ricco calendario di eventi musicali. Marzo si apre così.

ancona jazz festival 2024
La locandina che celebra il compleanno dell’Ancona Jazz (Blueshouse.it)

Era l’Ottobre del 1973 quando nasceva l’Ancona Jazz Club. Il primo evento risale proprio a quel periodo, si tratta di una mostra fotografica sul Jazz a cui segue, nel marzo del ’74, il primo concerto: Martial Solal, solo piano, si esibisce al palazzetto dello sporto di Via Veneto.

Quello è l’inizio di una storia lunga 50 anni, che trova una sua definizione e struttura definitiva a partire però dal 1979 quando si dà il via alla rassegna Ancona Jazz che negli anni è riuscito a portare sui palchi cittadini tutti i più grandi esponenti di questo genere musicale: da Art Blakey a Chet Baker e poi Sten Getz e Lionel Hampton. Dal 2004 poi si organizza anche un festival estivo.

In vista dell’anniversario del primo concerto organizzato, che quindi segna le 50 candeline del Festival, l’Ancona Jazz ha organizzato nel primo weekend marzo un calendario ricco di concerti.

Concerti ed eventi per il compleanno dell’Ancora Jazz

ancona jazz marzo 2024
Gli artisti della seconda serata, Emanuele Cisi ed Eleonora Strino (Blueshouse.it)

Le celebrazioni per il 50° compleanno prenderanno il via, quindi, venerdì 1 marzo nello scenario della suggestiva Mole Vanvitelliana. Artisti italiani ed internazionali si alterneranno sul palco e poi la presentazione di un libro, ma anche l’anteprima di un documentario a tema “Tutti i colori del Jazz” fino ad una tavola rotonda che faccia il punto sulla situazione, nascita e crescita, dei festival musicali in Italia come all’estero; un calendario variegato, quindi, che andrà a coprire in maniera multimediatica l’amore per il jazz.

Il programma

Venerdì 1 marzo, quindi, ci sarà l’esclusiva italiana del concerto di Stefano di Battista con il Colours Jazz Ensemble in un omaggio alla Blue Note Records, che non vuol dire solo omaggiare una delle etichette più importanti del jazz moderno, ma anche confrontarsi con un punto di riferimento estetico per questo genere. Appuntamento alle 21:30 all’Auditorium della Mole.

La seconda giornata, sabato 2 marzo, è quella più ricca di eventi. Si inizia alle ore 11 alla Libreria Fogola Ubik di Corso Mazzini per la presentazione di due libri dedicati al grande patrimonio musicale e non solo del jazz. Si prosegue poi nel pomeriggio con la tavola rotonda dal titolo “Da spettatore a Direttore artistico” e dedicato appunto allo sviluppo dei festival musicali; al dibattito seguirà poi l’anteprima del documentario dedicato ai 20 anni di storia della Colours Jazz Orchestra. La giornata si chiude poi con l’esibizione live del sassofonista Emanuele Cisi e della chitarrista Eleonora Srtino con il progetto Crossing the Bridge.

La tre giorni di eventi si conclude domenica 3 marzo con un concerto omaggio al primo organizzato 50 anni fa. Si tratta quindi di un ricordo per Martial Solal e sul palco si alterneranno 4 pianisti di respiro internazionale: Dado Moroni, Francesca Tandoi, Benito Gonzales e Danny Grisset.

Per maggior info riguardo i biglietti e il loro acquisto si rimanda al sito dell’Ancona Jazz.

Impostazioni privacy