“Pazza”, perché la canzone di Loredana Bertè ha conquistato l’anteprima di Sanremo

“Pazza” di Loredana Bertè ha sbaragliato tutti gli altri brani di Sanremo: la canzone più votata dalla sala stampa. Per lei solo apprezzamenti

Pazza Loredana Bertè perchè piace critica
Loredana Bertè in uno scatto pubblicato sui social (Blueshouse.it)

Negli ultimi giorni si sta parlando molto di Sanremo 2024, delle canzoni in gara e dei giudizi dati dalla sala stampa che in anteprima ha potuto ascoltare i brani dei big in gara stilando una primissima classifica. A farlo anche l’intelligenza artificiale che dà come vincitrice assoluta del Festival, Angelina Mango.

Non sono d’accordo i giornalisti e gli esperti che in maniera unanime hanno eletto tra le migliori canzoni quella di Loredana Bertè “Pazza”. Un riconoscimento ad un artista sicuramente over rispetto a nomi più freschi e del momento come la stessa figlia di Pino Mango, Annalisa, Dargen D’Amico, Fred De Palma e molti altri, ma perché tutto questo? Vediamo nel dettaglio cosa ha colpito la critica.

“Pazza” di Loredana Bertè vince al primo ascolto: il motivo

Loredana Bertè rispetto ai colleghi della sua generazione, come i Ricchi e Poveri che sono stati del tutto stroncati anche con parole poco carine che si sarebbero potute evitare, ha rapito tutti. Non c’è stata una sola testata che non ha avuto parole di apprezzamento per lei ed il suo brano sanremese “Pazza” che è stata la canzone più votata in assoluto da parte della sala stampa.

Con lei il rock ritorna sul palco di Sanremo senza esagerazioni, mischiato al pop, con la voce grintosa che la sorella di Mimì non ha mai perso. Il Sole 24 Ore ha descritto il brano come “il migliore ascoltato” mentre All Music Italia oltre al sound e all’esibizione in sé ha premiato anche la tematicaattuale per quel che riguarda il suo vissuto, anche nel fatto che, dopo anni in cui la si giudicava una pazza, oggi è tornata ad essere amatissima e seguita”.

TvBlog definisce il brano della Bertè potentissimo e di immediatezza, così forte che si candida a diventare uno dei brani simbolo della carriera dell’artista. Dal sito si legge che superare un brano come  “Cosa ti aspetti da me”, era difficile e invece Loredana è riuscita a creare un altro singolo molto convincente: “Energia pura, un vero ruggito”.

Ancora altri complimenti

“Mamma mia che pezzone! È Non sono una signora 4.0. Loredana canta con tutta la sua grinta” così si legge, invece, sulle pagine di VanityFair che indica questa canzone subito come da podio o quantomeno da premio della critica in quanto si tratta di “un inno supercontemporaneo all’indipendenza e all’autodeterminazione”. Insomma tutti sono d’accordo che la Bertè è riuscita a superarsi ancora, non solo in fatto di energia e sound, ma anche dal punto di vista del testo.

Impostazioni privacy