‘Gli sbagli che fai’, Vasco Rossi confessa tutto: “E’ per questo che oggi sono così”

Una serie a lui dedicata, un nuovo brano e poi l’annuncio del nuovo tour estivo; Vasco Rossi si racconta e lo fa anche e soprattutto con “Gli sbagli che fai”.

vasco rossi gli sbagli che fai
Nel brano Gli sbagli che fai Vasco racconta di sé – (Blueshouse.it)

 

Dal momento in cui è uscita, “Supervissuto” le serie autobiografica in 6 episodi prodotta e trasmessa da Netflix, è nella lista dei titoli del momento. Del resto quando si parla di Vasco Rossi non ci si può aspettare altro; da sempre il Blasco attira l’attenzione di pubblico, fan e critica. E lui cavalca l’onda sempre, raccoglie e prende per sé il bello e il brutto di quello che viene fuori da questi periodi.

E a proposito di periodi, è stato un Ottobre caldo per Vasco che oltre alla docuserie ha pubblicato anche un nuovo brano Gli sbagli che fai“, colonna sonora del biopic, e annunciato un nuovo tour negli stadi per il 2024, che manco a dirlo è già sold-out.

Con “Gli sbagli che fai” Vasco spiega perché quel centro di gravità permanente non esiste

vasco rossi tour negli stadi 2024
Vasco annuncia il tour negli stadi 2024 – (Blueshouse.it)

 

Non si può parlare del nuovo brano di Vasco senza parlare anche di Supervissuto; non solo perché “Gli sbagli che fai” ne è la colonna sonora principale ma anche perché è l’inizio di un viaggio introspettivo che si amplia e approfondisce con la serie.

Pubblicato in anteprima il 27 Settembre, Vasco inizia la sua autoanalisi con questo brano e lo fa mettendo da subito le cose in chiaro. “Ho passato una sera con me ed è stato incredibile“, esordisce così nel testo il rocker di Zocca che nello spiegare come sia nato il pezzo ha detto che è arrivato “in perfetta sintonia con il viaggio introspettivo di cui saranno testimoni i fan“. Un viaggio alla ricerca di un sé che non esiste per Vasco, perché tutto cambia e si trasforma e così facciamo anche noi, esseri in continuo divenire.

Una brano che va oltre Vasco stesso, come solo la musica sa fare, che parla della condizione umana di quella continua ricerca di “un centro di gravità permanente” che però non può esserci se accettiamo i cambia-menti -sempre per citare il Komandante. E la conclusione alla fine, almeno per lui, che nonostante tutti gli sbagli che fatto e la vita che ha supervissuto, ripeterebbe tutto da capo per ritornare ad essere quello che è oggi.

L’annuncio del tour

Come ciliegina di una torna che lo ha portato nuovamente in un punto alto della carriera, il Vasco si concede e regala ai fan un nuovo tour negli stadi. Dieci date a Giungo 2024 tra Milano e Bari, per continuare a raccontare di sé e degli altri come ha sempre saputo fare.

Impostazioni privacy