Il dramma di Jasmine Rotolo, un lutto ha cambiato la sua vita

La sorpresa di questa edizione di Tale e Quale Show è stata Jasmine Rotolo: nella vita della cantante un lutto tremendo.

Jasmine Rotolo con Vasco Rossi
Jasmine Rotolo con Vasco Rossi (Blueshouse.it)

Quarta, appena fuori dal podio, dietro al vincitore Gaudiano, Lorenzo Licitra e Ilaria Mongiovì, ma pronta ad affrontare una nuova sfida nel Torneo dei Campioni: lei è Jasmine Rotolo, la cantante che ha scelto Tale e Quale Show per rilanciarsi. Classe 1972, romana, il suo vero nome è Federica, ma adotta quel nome d’arte dopo essere stata per un periodo in Tunisia e aver ricevuto in regalo dei gelsomini (jasmin in francese).

Dove avete già sentito Jasmine Rotolo

Jasmine Rotolo
Jasmine Rotolo (Blueshouse.it)

Il suo debutto nel mondo della musica avviene nella seconda metà degli anni Novanta, quando un gruppo hip-hop davvero iconico in quegli anni, i Sottotono, la sceglie come voce femminile. Jasmine Rotolo è dunque la cantante che presta la sua splendida voce ad alcuni dei brani più belli scritti dalla band di Tormento e Big Fish.

Canzoni che in quegli anni raccolsero un successo incredibile, come “Solo lei ha quel che voglio” e “Dimmi di sbagliato che c’è”, sono infatti interpretate da lei, oltre che dal rapper Tormento. Qualche anno dopo la fine della collaborazione coi Sottotono, inizia quella con Renato Zero, che la vuole in tour con lui e che produce anche l’unico album della cantante, uscito nel 2007. Nello stesso anno, partecipa a Sanremo.

Il dramma della morte della madre

La collaborazione con Renato Zero è legata anche a un dramma che l’artista romano ha condiviso con Jasmine Rotolo: il cantautore, infatti, era un carissimo amico di Stefania, la mamma della cantante, deceduta prematuramente nel 1981. La ballerina e showgirl, che aveva solo 30 anni ed era sulla cresta dell’onda anche grazie all’enorme successo del singolo ‘Cocktail d’amore’, è morta a causa di un tumore.

Un anno e mezzo prima del decesso, Stefania Rotolo aveva scoperto il cancro uterino ed era stata operata: aveva anche provato a tornare a fare televisione e spettacolo, ma si era nuovamente aggravata ed è morta il 31 luglio del 1981. A lei Renato Zero dedicò il brano “Ciao Stefania” e la morte della giovane donna fu un duro colpo per il mondo dello spettacolo italiano.

 

Impostazioni privacy