Dargen D’Amico spietato sul mercato discografico di oggi: “Cosa conta davvero? Ve lo dico io”

Dargen D’Amico spiega come funziona oggi il mercato discografico: parole pesanti che svelano le dinamiche attuali

Dargen D'Amico mercato discografico come funziona
Il cantante Dargen D’Amico (Blueshouse.it)

Dargen D’Amico non è uno che le manda a dire. Chi lo segue e ascolta i suoi brani, oltre il ritmo e la musica coinvolgente, lo sa bene. È stato evidente anche sul palco dell’Ariston, a Sanremo 2024, quando il cantante in gara con “Onda alta” ha parlato dell’immigrazione e dei morti in mare, con un pensiero particolare ai bambini.

In una recente intervista, Jacopo D’Amico, vero nome dell’artista, ha affrontato anche il tema del mercato discografico: senza peli sulla lingua ha detto come stanno davvero le cose. Vediamo maggiori dettagli.

Dargen D’Amico: cosa conta oggi per fare musica

Dargen D'Amico critica mercato discografico
Dargen D’Amico (Blueshouse.it)

Il mondo della musica, patinato, esplosivo, divertente, ma non solo. Chi lo vive da vicino e oggi ne è uno dei protagonisti in Italia, sa bene quali siano le dinamiche che governano il mercato discografico e come queste agiscono. Un fitto sottobosco del quale raramente si parla e che, invece, Dargen D’Amico, ha affrontato ai microfoni di BSMT.

Lo definisce un “circuito molto competitivo” il cantante che senza fronzoli dice chiaramente che ad oggi “conta più il risultato che il materiale”. In altre parole? Non è necessario avere buona musica, di qualità e di livello, ma i giusti mezzi per arrivare in alto, perché il successo sugli altri è quello che conta davvero.

“Si è praticamente cancellata la fascia underground – ha ammesso D’Argen – dove tu facevi delle cose perché eri convinto e avevi un tuo pubblico che ti valutava anche al di fuori del risultato e per il modo che avevi di comunicare”. Parole pesanti che risuonano come un “j’accuse” al meccanismo odierno che impone certe regole.

C’è una sola via di salvezza

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The BSMT (@bsmt_basement)

Un tempo c’erano diverse possibilità di fare musica “senza per forza confrontarsi con la classifica ufficiale” ha detto chiaramente Dargen D’Amico sottolineando come oggi questa possibilità si è decisamente assottigliata e compressa. Tutti oggi, ammette, cercano di fare cose che abbiano un senso ma anche un appeal sul pubblico e soprattutto “un’affinità con il mercato”. C’è però, fortunatamente anche una strada leggermente diversa che per il cantante rappresenta una vita d’uscita: “Siccome tutti cercano di fare questo hai ancora una via per poter fare qualcosa di diverso ed emergere”.

Impostazioni privacy