“Capolavoro”, cosa significa la canzone che Il Volo canterà a Sanremo 2024

“Capolavoro”, cosa significa la canzone sanremese de Il Volo. Le anticipazioni trapelate rispetto al primo ascolto effettuato dalla stampa

Capolavoro cosa significa canzone Il Volo
Il Volo (Blueshouese.it)

Il Festival di Sanremo 2024 rappresenta per loro un grande ritorno. A nove anni di distanza dalla prima partecipazione con “Grande amore” che gli ha valso la vittoria, Il Volo si appresta a calcare ancora una volta il palco dell’Ariston. L’ultima partecipazione risale, invece a cinque anni fa con “Musica che resta” ed un ottimo terzo posto.

Nell’edizione numero 74 del Festival, il trio composto da Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble propone “Capolavoro”, una nuova canzone che per loro significa tanto: è un modo per festeggiare i primi 15 anni di carriera, tanto è passato da quando i tre cantanti si sono conosciuti partecipando a “Ti lascio una canzone” condotto da Antonella Clerici.

“Capolavoro”, cosa significa la canzone sanremese de “Il Volo”

Significato Capolavoro Il Volo
I tenori de Il Volo durante un concerto nel 2023 (Blueshouese.it)

Sulla proposta sanremese de Il Volo c’è molta curiosità, è inutile negarlo. Per il pubblico oltre al titolo c’è massimo riservo sui brani. Nei giorni scorsi però gli addetti ai lavori hanno avuto modo di ascoltare in anteprima le 30 canzoni in gara a Sanremo 2024 e così le principali testate hanno stilato delle classifiche.

Da quanto si apprende possiamo rivelare che il “capolavoro” a cui si fa riferimento nel brano è quello che riesce a creare una persona che arriva in modo inaspettato nella vita cambiandola del tutto per donarle un nuovo e strepitoso senso. “Cadi dal cielo come un capolavoro, prima di te non c’era niente di buono” questo, uno dei passaggi emblematici del singolo scritto da Edwyn Roberts, Stefano Marletta e Michael Tenisci, a quanto rivelato da chi ha potuto ascoltarlo con settimane di anticipo.

Il primo giudizio della stampa

Sicuramente i tenori de Il Volo sono tra i grandi favoriti di Sanremo 2024, forse non tra i primissimi posti, ma come artisti che possono colpire molto sia il pubblico che gli esperti. Sono sicuramente promossi e l’Ansa assegna loro più di una sufficienza, spiegando che Ignazio, Gianluca e Piero lasciano le sonorità ed i timbri prettamente lirici per avvicinarsi più al pop anche per “svecchiarsi” senza però allontanarsi troppo dalla tradizione. Sicuramente il pubblico più agée apprezzerà. Per altri, come TgCom, è “difficile pensare che rimangano fuori dai primi cinque posti”.

Impostazioni privacy