Annunciati Elio e le Storie Tese al Pistoia Blues Festival, la data del rocambolesco tour

Elio e le Storie Tese tornano sul palco del Pistoia Blues Festival, il prossimo 8 luglio, per pubblicizzare il loro rocambolesco tour.

La rock band Elio e le Storie Tese
La rock band Elio e le Storie Tese (Blueshouse.it)

Sono ancora in pista e divertono il pubblico a suon di rock demenziale, anche se tanto demenziale non è, visti i testi apparentemente innocenti ma che sottolineano un certo impegno critico. Elio e le Storie Tese sono già ripartiti con il loro tour, e nei prossimi mesi intensificheranno le date, per permettere a tutti gli ascoltatori di partecipare.

La band guidata dal cantante Stefano Belisari, in arte Elio, ha ripreso a calcare i palcoscenici italiani, dopo una pausa di quasi sei anni, da quando, nel 2018, era stato annunciato lo scioglimento, anche se questo non è mai stato definitivo. Ora arriva la conferma della presenza al Pistoia Blues Festival, il prossimo 8 luglio.

Elio e le Storie Tese in concerto: l’8 luglio al Pistoia Blues Festival

Elio e le Storie Tese
Elio e le Storie Tese (Blueshouse.it)

Si preannuncia un concerto irriverente, tra rock, progressive e blues, per la promozione del tour “Mi resta solo un dente e cerco di riavvitarlo”, che sancisce il ritorno della band dopo la lunga pausa. I biglietti sono già in vendita sul circuito TicketOne. La programmazione del Pistoia Blues Festival inizia a delinearsi, dopo gli annunci della partecipazione di Mario Biondi e Dee Dee Bridgewater, l’11 luglio.

Inoltre, sono confermati i due spettacoli di Matteo Mancuso e Mark Lettieri, il 12 luglio, più il concerto “sorpresa” di Tommaso Paradiso, il 7 luglio, nella sezione “Storytellers”. Attivi dal 1980, gli Elio e le Storie Tese hanno iniziato a essere molto popolari a partire dalla metà degli anni ’90. Il primo album è stato pubblicato nel 1989, intitolato “Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu”.

Il ritorno in scena della band guidata da Elio

Questo titolo ha attirato parecchie attenzioni, per via del suo colorito significato, molto volgare, in lingua cingalese. Nel 1992 è arrivato il secondo studio album, “Italyan, Rum Casusu Çikti”, altro gioco di parole, questa volta pronunciato in lingua turca e ispirato a un fatto di cronaca accaduto in Turchia.

Dopo un terzo album, raccolta di brani inediti degli anni ’80, è arrivato il successo con “Eat the Phikis”, pubblicato nel 1996, dopo la partecipazione al Festival di Sanremo e contenente il brano “La terra dei cachi“, classificatosi al secondo posto. Il disco ha venduto oltre 200 mila copie, lanciando definitivamente la carriera dei musicisti, in particolare di Elio, diventato un personaggio televisivo.

Impostazioni privacy